REGOLAMENTO

BASE

 

Le regole che seguono hanno lo scopo di spiegare lo svolgimento del gioco e di dare precise informazioni in modo da sciogliere ogni dubbio che possa sorgere nello svolgimento delle partite. Si è cercato di uniformare il più possibile tale regolamento, in maniera tale da avere un linguaggio comune a tutti i giocatori di Mutant Chronicles, valido sia per le partite casalinghe, che per qualsiasi Torneo a cui eventualmente si intenda partecipare.

 

 

 

1 - INTRODUZIONE E DEFINIZIONI

 

Obiettivo del gioco di carte

 

Lo scopo del gioco è quello di utilizzare le forze a propria disposizione per sconfiggere i guerrieri dell’avversario. Tu potrai porre delle carte sul tavolo per formare la tua Squadra, il tuo Schieramento o il tuo Avamposto. Per poter introdurre in gioco i guerrieri e per poter giocare certe carte, avrai bisogno di guadagnare Punti Destino, la “moneta” usata in Doomtrooper (sulle carte i Punti Destino vengono indicati come Punti D). I guerrieri accumuleranno Punti Promozione (indicati come Punti P) vincendo battaglie e completando Missioni. Quando un giocatore raggiunge i 40 Punti Promozione la partita ha termine ed è il vincitore. I combattimenti sono nella maggior parte dei casi simultanei e entrambi i giocatori guadagnano Punti Promozione contemporaneamente. In caso di punteggio uguale, la partita è pari.

 

Numero di giocatori

 

Per giocare a DOOMTROOPER sono necessari almeno 2 giocatori, ma può essere anche giocato da qualsiasi numero di giocatori. Ogni giocatore deve disporre di un Mazzo da gioco con un numero minimo di 60 carte e in cui vi devono essere un minimo di cinque guerrieri; questo costituirà il suo Mazzo di carte da Pescare. A parte potrà disporre di una Riserva di altre 25 carte. Il Mazzo di carte da Pescare, Il Mazzo degli Scarti, la Riserva e la Mano di un giocatore comprendono la sua Collezione. Durante lo scontro sarà permesso cercare carte nel Mazzo e/o nella Collezione, ma non al di fuori di queste. Si potrà cambiare la composizione del proprio Mazzo da Pescare grazie alla propria Riserva durante il Torneo, tra una partita e l’altra e mai durante una partita, ma non si potrà mai cambiare la propria Collezione. Non si possono avere più di cinque copie di ogni singola carta, tranne che per le carte poste a restrizione o se è specificato diversamente.

 

Le carte e la disposizione sul tavolo

 

Lo spazio di gioco sul tavolo è occupato dalla Squadra di Doomtrooper, dallo Schieramento (i guerrieri dell’Oscura Legione), dall’Avamposto del pianeta Terra (i guerrieri delle Tribù), e dalle carte suddivise nel Mazzo di Carte da Pescare, quelle Scartate, quelle Eliminate dal gioco e nel Mazzo delle carte di Riserva. Tutte queste (escluse le carte Eliminate) vengono indicate complessivamente come “Collezione”. Vi sono poi i Punti Destino e i Punti Promozione per indicare i punteggi, per i quali si possono utilizzare dei segnalini.

 

Aree di Gioco

 

Ogni giocatore suddivide la propria postazione di gioco in Aree. Le Aree sono i luoghi in cui si introducono principalmente i guerrieri e dove avvengono gli scontri. Le Aree sono la Squadra, dove verranno introdotti i Doomtrooper, lo Schieramento, dove verranno introdotti i guerrieri dell'Oscura Legione, l'Avamposto, dove verranno introdotti i guerrieri Tribali. Quando una carta fa riferimento ad un'Area ed in particolare "ad una stessa Area" in cui è sito X, (per es. un guerriero), si fa riferimento all'area dello specifico giocatore. Questo a meno che la carta o il contesto facciano intendere altrimenti.

Si possono avere contemporaneamente in gioco guerrieri Doomtrooper, guerrieri dell’Oscura Legione e guerrieri delle Tribù. Tuttavia questo non rappresenta un obbligo. Si può giocare anche solo con guerrieri Doomtrooper o solo con guerrieri dell’Oscura Legione. L’importante è pensare che in ogni momento sul tavolo da gioco di fronte a sé ogni giocatore ha una Squadra, uno Schieramento e un Avamposto, anche se non vi sono guerrieri schierati.

 

La Squadra

 

Si introducono guerrieri Doomtrooper nella propria Squadra. Ogni guerriero che non abbia affiliazione Oscura Legione o di una delle Tribù è considerato un Doomtrooper. Nota che la Squadra non rappresenta necessariamente una singola unità combattente. Essa rappresenta l'insieme dei Doomtrooper che ogni giocatore controlla. Questi guerrieri non necessariamente lavorano insieme. In altri termini questi guerrieri stanno combattendo per il proprio controllore attraverso il sistema solare.

 

Lo Schieramento

 

Si introducono i propri guerrieri dell’Oscura Legione nel proprio Schieramento. Così come i guerrieri della Squadra, i guerrieri dell’Oscura Legione rappresentano le forze delle Armate Oscure che si espandono attraverso il Sistema Solare e non necessariamente una singola unità che combatte.

 

L’Avamposto

 

Si introducono i propri guerrieri delle Tribù (Tribali) o affiliati alle Tribù del pianeta Terra nel proprio Avamposto. Questi guerrieri restano legati all’Avamposto e non possono abbandonarlo. I Doomtrooper e i guerrieri dell’Oscura Legione devono obbligatoriamente essere introdotti in gioco rispettivamente nella Squadra o nello Schieramento e solo in seguito possono “spostarsi” nell’Avamposto della Terra.

 

Il Mazzo (o la Pila) di carte da Pescare

 

Ogni giocatore pesca carte dalla Pila delle carte da Pescare all’inizio del proprio turno di gioco per rifornire la propria mano. I giocatori non possono controllare il proprio mazzo da Pescare, a meno che non giochino carte che permettono di farlo e, in tal caso, esso deve essere poi rimescolato. Se invece si deve prendere a caso una carta, il Mazzo da Pescare va mescolato immediatamente prima di effettuare l’operazione.

 

Il Mazzo (o la Pila) di carte Scartate

 

Molte carte devono venire scartate una volta che hanno esaurito il proprio effetto sul gioco o (come nel caso dei guerrieri e delle carte a loro assegnate) vengono “uccise”. Queste carte vengono poste a faccia in giù nella Pila delle carte Scartate. L’avversario non può vedere quali carte vengono scartate. I giocatori non possono controllare il proprio mazzo di carte Scartate, a meno che non giochino carte che permettono di farlo. Se invece si deve prendere a caso una carta, la Pila delle carte Scartate va mescolata immediatamente prima di effettuare l’operazione.

 

Il Mazzo (o la Pila) di carte Eliminate

 

Un certo numero di carte vengono eliminate dal gioco una volta che hanno esaurito il proprio effetto. Queste carte vengono poste a faccia in giù nella Pila delle carte Eliminate. L’avversario non può vedere quali carte vengono eliminate. I giocatori non possono controllare il proprio mazzo di carte eliminate, a meno che non giochino carte che permettono di farlo. Se invece si deve prendere a caso una carta, la Pila delle carte Eliminate va mescolata immediatamente prima di effettuare l’operazione.

 

Il Mazzo (o la Pila) delle Riserve

 

Possono essere portate in gioco un numero di 25 carte considerate come Riserva. Queste carte possono essere scambiate con altre nel proprio Mazzo di Carte da Pescare fra una partita e l’altra e mai durante un incontro. I giocatori non possono controllare il proprio mazzo delle Riserve, a meno che non giochino carte che permettono di farlo. Se invece si deve prendere a caso una carta, la Pila delle Riserve va mescolata immediatamente prima di effettuare l’operazione.

 

I Punti Destino

 

I segnalini dei propri Punti Destino che possono essere spesi per introdurre in gioco guerrieri o per pagare altri effetti speciali. Gestire al meglio i propri Punti Destino è spesso una garanzia per la vittoria.

 

I Punti Promozione

 

Quando un guerriero ne uccide un altro in combattimento, il giocatore proprietario del guerriero autore dell’uccisione può guadagnare un numero di Punti Promozione pari al Valore (V) del guerriero ucciso. I Punti Promozione così guadagnati vengono posti nella pila di Punti Promozione del giocatore. Quando si raggiunge la quantità prefissata di Punti Promozione stabilita, il giocatore ha vinto l’incontro.

2 - LA PARTITA

In Doomtrooper si giocano dei Turni di gioco alternativamente all’avversario. Durante questi Turni, regolati in modo preciso, si introducono carte in gioco e si sfidano in battaglia i guerrieri avversari. Durante il proprio Turno, ogni giocatore può eseguire tre Azioni. Per Azione si intendono le manovre che il giocatore e i suoi guerrieri possono svolgere durante il gioco. Ci sono un certo numero di azioni che si possono eseguire fra cui introdurre un guerriero in gioco, equipaggiarlo con armamenti o oggetti speciali o attaccare un guerriero avversario. Si possono poi spendere Azioni per introdurre in gioco carte Speciali ove sia richiesto un costo. Una volta che il giocatore ha speso le Azioni a sua disposizione, il Turno passa all’avversario. La partita si conclude quando uno dei due giocatori ha raggiunto il numero di Punti Promozione stabilito in precedenza o quando il tempo prefissato è scaduto.

 

Nella Collezione completa di Doomtrooper esistono vari tipi di carte identificabili grazie all’Icona posta sul lato sinistro, in alto. In tutte le circostanze, quando le regole su una carta infrangono quelle del Manuale, si applicano le regole della Carta. Nel gioco di Doomtrooper troviamo differenti tipi di carte, ognuno dei quali ha delle proprie caratteristiche e funzioni. Quasi tutte le carte di DOOMTROOPER hanno la stessa disposizione di stampa, come viene indicato nell’immagine a fianco.

 

Nome

 

È il nome della carta o di cosa essa rappresenta. Il nome di ogni carta può rappresentare una definizione di gioco.

 

Icona del tipo di carta

 

Ognuna delle differenti tipologie di carte ha un Icona in alto a sinistra che permette di avere un rapido riconoscimento del tipo di carta in questione. Le tipologie di carte sono:

 

Guerrieri

 

I guerrieri rappresentano l’ossatura del gioco Doomtrooper. È tramite i loro scontri che si guadagnano i Punti Promozione. La maggior parte delle Azioni avvengono tramite i guerrieri introdotti in gioco. I guerrieri sono inseriti nelle proprie Aree di Combattimento e vengono utilizzati per attaccare altri guerrieri in gioco. I guerrieri sono distinguibili da molte altre carte anche perché contengono più informazioni. Nella parte sinistra in basso dell’area del testo di ogni carta guerriero, sono indicati i quattro valori di combattimento (C, S, A e V).

 

Equipaggiamenti

 

Queste carte sono assegnate ai guerrieri per incrementare le caratteristiche di combattimento o per conferire abilità speciali. Le carte Equipaggiamento sono assegnate al guerriero e vi rimangono associate fino a che non sono scartate attraverso carte giocate o fino a quando il guerriero non viene ucciso. Alcune carte Equipaggiamento hanno definizioni ulteriori come ARMA, ARMATURA, o VEICOLO. Questi sono equipaggiamenti che hanno particolari regole.

 

Fortificazioni

 

Le Fortificazioni rappresentano costruzioni, strutture o installazioni difensive. Esse vengono assegnate dal giocatore nelle proprie Aree di Combattimento per incrementare le capacità difensive dei guerrieri o dare loro abilità speciali. Di solito le Fortificazioni rimangono in gioco durante la partita, anche se non hai guerrieri in gioco.

 

 

Missioni

 

Le Missioni sono particolari istruzioni o tattiche strategiche generali impartite da un superiore ai propri guerrieri. Le Missioni devono essere giocate (introdotte in gioco) prima che questa possa essere effettuata. Una carta Missione riporta sempre sul proprio testo quali guerriero possono compierla e le particolari istruzioni da seguire esattamente. Alcune Missioni possono essere persino assegnate ai giocatori. Completata una Missione, il giocatore o i suoi guerrieri guadagnano la ricompensa o speciali bonus.

 

Arti

 

Gli incantesimi dell’Arte possono essere lanciati da Doomtrooper o altri guerrieri in grado di utilizzare l’Arte. Molti di questi sono guerrieri legati alla Fratellanza. Questi magici incantesimi possono essere giocati varie volte durante il gioco per fornire particolari effetti. L’Arte si suddivide in varie discipline (o aspetti) e la maggior parte dei guerrieri che può manipolare l’Arte è in grado di lanciare solo determinate discipline. Ogni carta Arte avrà riportato nel proprio testo quale disciplina l’incantesimo rappresenta e quando può essere giocata.

 

Oscura Simmetria

 

Le carte Oscura Simmetria rappresentano speciali abilità che gli Apostoli Oscuri hanno donato ai propri seguaci. A differenza delle Arti, le carte dell’Oscura Simmetria vengono assegnate ai singoli guerrieri e vi rimangono associate. Un guerriero dell’Oscura Legione può ricevere qualsiasi numero di carte dell’Oscura Simmetria, ma non può mai avere più di una copia identica della stessa carta.

 

Speciali

 

Le carte Speciali costituiscono la maggior parte delle carte del gioco. Sono carte molto particolari, che possono essere utilizzate in modi differenti durante la partita e nei combattimenti per apportare modifiche ai valori di combattimento di un guerriero o per creare situazioni particolari. Ogni carta Speciale indica sul proprio testo quando può essere giocata, il suo costo e gli effetti che essa fornisce.

 

Reliquie

 

Le Reliquie rappresentano antichi artefatti, cimeli di battaglie o speciali armamenti di grande potere. Non è necessario avere in gioco la carta Famoso Collezionista per poter introdurre in gioco delle carte Reliquia. Esse vengono assegnate al guerriero e rimangono associate fino a che non sono scartate attraverso carte giocate o il guerriero non viene ucciso. Le Reliquie sono simili agli Equipaggiamenti, ma non sono considerate tali in nessun caso.

 

Warzone

 

Le Warzone rappresentano specifici campi di battaglia nell’universo di Mutant Chronicles ove un singolo guerriero si può difendere quando viene attaccato da un guerriero nemico. Non è necessario avere in gioco la carta Grande Stratega per poter introdurre in gioco delle carte Warzone.

 

Alleanze

 

Le Alleanze rappresentano le pietre miliari dell’universo di Mutant Chronicles e la maggior parte dei guerrieri vi fanno parte. I giocatori possono apertamente decidere di giocare una delle Alleanze, dando ai propri guerrieri che appartengono ad essa un considerevole bonus. Al contrario delle altre carte, le Alleanze non hanno un’icona di riconoscimento, non hanno affiliazione e la loro disposizione di stampa è differente.

 

Poteri Ki

 

Nel corso dei secoli, i guerrieri Mishima hanno sviluppato dei poteri ignoti alle altre corporazioni e alla Fratellanza, chiamati Poteri Ki. La maggior parte di coloro che usano i Poteri Ki non mostra alcuna traccia dell’Oscurità e alcuni di essi sono più resistenti ad essa della gente comune.

 

Animali

 

Gli Animali rappresentano le bestie che si trovano in Dark Eden e che i guerrieri che combattono sulla Terra possono cavalcare in battaglia come se fossero dei Veicoli.

 

Guerre Corporative

 

Le carte Guerra Corporativa descrivono le guerre tra le cinque Corporazioni presenti nel background di Mutant Chronicles. I giocatori che giocano una Guerra Corporativa usufruiscono di diversi vantaggi, ma devono tener conto anche di alcune restrizioni. Una particolare sottocategoria delle Guerre Corporative è l’Opzione di Guerra Corporativa.

Questa tipologia di carte è stata introdotta con l’espansione Corporate Wars. Le Opzioni di Guerra sono invece state introdotte con l’espansione Dementia.

 

Battaglie

 

Le carte Battaglia descrivono le campagne militari più importanti, le quali hanno portato alle parti vittorie significative o brucianti sconfitte nell’universo di Mutant Chronicles. Ognuna di queste carte descrive la situazione iniziale dei difensori prima della battaglia e di solito il giocatore che introduce una carta Battaglia ottiene diversi vantaggi.

Questa tipologia di carte è stata introdotta con l’espansione SkullSeekers.

 

Campagne

 

Gli Apostoli, i Leader Corporativi e i Leader delle Tribù possono iniziare delle Campagne per ottenere vari effetti particolari.

Questa tipologia di carte è stata introdotta con l’espansione Revival.

 

Elite

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Bauhaus. Essa è stata introdotta con l'Espansione Bloody Moon (vedi la relativa Info).

 

Eroismo

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Capitol. Essa è stata introdotta con l'Espansione Bloody Moon (vedi la relativa Info).

 

Onore

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Imperiali. Essa è stata introdotta con l'Espansione Bloody Moon (vedi la relativa Info).

 

Tecnologia

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Cybertronic. Essa è stata introdotta con l'Espansione Bloody Moon (vedi la relativa Info).

 

Esperienza

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri in generale. Essa è stata introdotta con l'Espansione Crusade (vedi la relativa Info).

 

Guerrieri Dimenticati

 

E' una nuova tipologia di carte introdotta con l'Espansione omonima (vedi la relativa Info).

 

 

Impianti Cybernetici

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Cybertronic. Essa è stata introdotta con l'Espansione Project Spike (vedi la relativa Info).

 

Patti di Sangue

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Imperiali. Essa è stata introdotta con l'Espansione Bloody Pact (vedi la relativa Info).

 

Pirati

 

E' una nuova tipologia di guerrieri introdotta con l'Espansione Bloody Moon (vedi la relativa Info).

 

 

Promozioni e Decorazioni

 

E' una nuova tipologia di carte assegnabile solo ai guerrieri Bauhaus. Essa è stata introdotta con l'Espansione Promotion & Decoration (vedi la relativa Info).

 

Reincarnation

 

E' una nuova tipologia di guerrieri introdotta con l'Espansione Reincarnation (vedi la relativa Info).

 

 

Robot

 

E' una nuova tipologia di guerrieri introdotta con l'Espansione Nero (vedi la relativa Info).

 

Zone d'Ombra

 

E' una nuova tipologia di carte introdotta con l'Espansione Nero (vedi la relativa Info).

 

 

 

3 - ICONE DI AFFILIAZIONE

 

Generalmente ogni carta ha un’affiliazione che indica a quale organizzazione la carta è associata. L’affiliazione della maggior parte delle carte non ha un effetto sul gioco. L’eccezione principale riguarda le carte guerriero. L’affiliazione di un guerriero è molto importante in quanto indica quali altri guerrieri può attaccare. L’affiliazione rappresenta anche l’origine della carta, che può diventare importante durante lo svolgimento del gioco. Le affiliazioni in DOOMTROOPER sono le seguenti:

 

Bauhaus

 

I Bauhaus sono controllati da quattro antiche famiglie di Elettori Ducali. Il servizio militare è una tradizione che costudiscono segretamente, e gli illustri gradi delle alte cariche onorano i rami dell’impero economico Bauhaus. La milizia Bauhaus è nota per i loro equipaggiamenti di alta qualità e le loro  possenti unità corazzate. I guerrieri Bauhaus sono considerati guerrieri corporativi e Doomtrooper.

 

Capitol

 

La Capitol è l’unica corporazione che assomiglia ad un concetto convenzionale di impero economico. L’amministrazione della Capitol è formata dal Consiglio dei Direttori eletto dai cittadini azionisti della corporazione. I fucilieri e i cannonieri delle forze armate Capitol rappresentano i ragazzi gloriosi del campo di battaglia. I guerrieri Capitol sono considerati guerrieri corporativi e Doomtrooper.

 

Cybertronic

 

La più recente e potente corporazione emersa, è anche la più sconosciuta. L’organizzazione della Cybertronic è principalmente costituita di ex-membri di altre corporazioni, ora impiantati con congegni cybermeccanici. In un’era dove i dispositivi elettronici vengono osservati con trepidazione, i membri della Cybertronic sono visti da molti, specialmente dalla Fratellanza, come eretici. I guerrieri Cybertonic sono considerati guerrieri corporativi e Doomtrooper.

 

 

Imperiali

 

I Clan aristocratici degli Imperiali sono capeggiati da Sua Serenità Imperiale e governati dal Parlamento. Gli Imperiali sono considerati la più debole delle corporazioni, ma hanno il più grande numero di forze speciali ed è lo scopo che li spinge a sopravvivere è la lotta contro le Armate Oscure (motivati dal fatto che furono proprio gli Imperiali a permettere all’Oscura Legione di entrare nella realtà umana). I guerrieri Imperiali sono considerati guerrieri corporativi e Doomtrooper.

 

 

Mishima

 

La fiera e nobile dinastia feudale Mishima vanta dei più disciplinati e devoti guerrieri in tutto il sistema solare. Famiglia, lealtà, onore, tradizione e gloria stanno alla base dell’ideale dei Mishima. I loro Ninja assassini sono temuti da tutti. I guerrieri Mishima sono considerati guerrieri corporativi e Doomtrooper.

 

 

La Fratellanza

 

La Fratellanza rappresenta una potenza personificata dall’autorità del Cardinale, l’unico leader spirituale dell’umanità. La Fratellanza è organizzata nei Quattro Direttorati: i Mistici, l’Inquisizione, la Missione e l’Amministrazione. La Fratellanza è unita nella sua lotto contro l’Oscura Simmetria e le spaventose orde dell’Oscura Legione. I guerrieri della Fratellanza sono considerati Doomtrooper.

 

Crescentia

 

Autentici nomadi, i Crescentia si spostano da un luogo a un altro servendosi di animali enormi sulle cui groppe montano case e villaggi. Seguono fedelmente il loro Khan e le parole dei loro Profeti. I guerrieri Crescentia sono considerati guerrieri delle Tribù (Tribali).

 

La Triade Luterana

 

Anche se sono indubbiamente la più debole delle tribù europee, i Luterani sono sicuramente i più devoti. La loro collera li rende nemici temibili e il loro fervore religioso li mantiene forti. I guerrieri della Triade Luterana sono considerati guerrieri delle Tribù (Tribali).

 

I Figli di Rasputin

 

Una popolazione fiera, i Rasputin controllano la zona dell'Europa orientale. Le loro gigantesche macchine da guerra sembrano minuscole solo se messe a confronto con le loro città megalitiche. I guerrieri Figli di Rasputin sono considerati guerrieri delle Tribù (Tribali).

 

I Templari

 

Questi umani geneticamente mutanti si servono della forza bruta per dominare i loro nemici. Considerano le proprie mutazioni come un dono, il marchio dei veri dominatori di Dark Eden. I guerrieri Templari sono considerati guerrieri delle Tribù (Tribali).

 

 

L’Oscura Legione

 

L’Oscura Legione è l’incarnazione del male. Condotta dai cinque Apostoli Oscuri (Algeroth, Ilian, Demnogonis, Semai e Muawijhe, ognuno dei quali ha un potere unico nelle terribili forze dell’Oscura Simmetria), le orde dell’Oscura Legione sono orribili e spietate, e sembra quasi impossibile sconfiggerle. L’Oscura Legione conta anche sui contrasti esistenti fra le potenze corporative e in una facile sovversione all’oscurità delle sue vittime nella ricerca della completa rovina e assoggettamento del genero umano.

 

Generica

 

Molte carte nel gioco di DOOMTROOPER sono caratterizzate dall’icona Generica. Queste carte non hanno un legame specifico ad una delle affiliazioni sopra descritte. I guerrieri con l’affiliazione Generica sono sempre considerati Doomtrooper, a meno che non sia diversamente specificato sulla carta stessa.

 

 

4 - ICONE POST-PLAY

 

Generalmente ogni carta una volta giocata, entra in gioco e vi rimane in modo permanente (a meno che non la si tolga dal gioco con altre carte giocate). Le carte Arte e le carte Speciali hanno un funzionamento differente e dopo che queste carte sono state giocate, occorre sapere esattamente cosa farne. Alcune rimangono in gioco, altre sono scartate, altre ancora vengono eliminate del tutto dal gioco.Certe carte Arte e carte Speciali possono avere una piccola icona sulla parte sinistra vicino l’immagine che indica cosa fare di quella carta una volta giocata (o dopo che gli effetti delle carta sono esauriti). Vi sono tre diverse icone:

 

 

Assegnazione

 

La carta viene permanentemente assegnata alla carta sulla quale viene giocata. La carta è considerata assegnata. L’assegnazione può venire infranta attraverso carte giocate o se la carta base che aveva ricevuto tale assegnazione viene tolta dal gioco (il tal caso ogni carta assegnata viene scartata).

 

Scarto

 

La carta, una volta giocata, viene posta nella Pila delle carte Scartate. Nota che queste carte mentre sono utilizzate generalmente non entrano mai “in gioco”. Il loro effetto sul gioco avviene semplicemente durante il periodo in cui dalla mano del giocatore viene giocata e posta nella Pila delle carte Scartate. Carte che influenzano altre carte “in gioco” generalmente non contrastano carte con l’icona dello scarto.

 

Eliminazione

 

La carta, una volta giocata, è posta nella Pila delle carte Eliminate. Tale carta viene eliminata dalla partita e non può rientrare in gioco. Una carta che è stata eliminata non è considerata scartata, ma eliminata. Ciò rappresenta una grande differenza. Per esempio una carta che “non può essere scartata”, può essere eliminata (e una carta che non può essere eliminata dal gioco può però venire scartata). Se una volta giocata una carta con l’icona dell’eliminazione, questa viene negata attraverso carte o effetti giocati. essa viene comunque rimossa dal gioco anche se non ha potuto svolgere il suo effetto sul gioco.

 

 

 

5 - ICONA DELL'ESPANSIONE

 

Questa piccola icona in basso a destra non ha effetto sul gioco e denota soltanto di quale set o espansione di DOOMTROOPER la carta fa parte.

 

6 - TESTO DELLA CARTA

 

Le abilità speciali e le restrizioni della carta vengono specificate in questo spazio. Qui il giocatore trova tutte le istruzioni necessarie per giocare la carta. Notare che alcune definizioni vengono indicate sulla carta in questo spazio a caratteri maiuscoli. Lo scopo di queste definizioni è discusso più avanti.

 

 

7 - VALORI DI COMBATTIMENTO

 

Per alcune carte (Guerrieri, Warzone e Animali), lo spazio per il testo include anche quattro Valori di Combattimento. Essi sono:

 

Corpo a Corpo (C)

 

Questa icona che raffigura un pugno indica l’abilità nei combattimenti ravvicinati del guerriero. Più alto è il valore, migliore è l’abilità del guerriero negli scontri corpo a corpo. Per le Warzone e gli Animali, il numero modifica il valore di Corpo a Corpo (C) del guerriero. Un guerriero con nella caratteristica C non potrà mai partecipare a combattimenti Corpo a Corpo.

 

Sparare (S)

 

Questa icona che raffigura un proiettile indica l’abilità nei combattimenti a distanza a fuoco del guerriero. Più alto è il valore, migliore è l’abilità del guerriero nelle sparatorie. Per le Warzone e gli Animali, il numero modifica il valore di Sparo (S) del guerriero. Un guerriero con nella caratteristica S non potrà mai partecipare a combattimenti in Sparo.

 

Armatura (A)

 

Questa icona che raffigura uno scudo indica l’abilità difensiva e la resistenza del guerriero. Più alto è il valore, più difficile diventa per gli avversari uccidere il guerriero. Per le Warzone e gli Animali, il numero modifica il valore di Armatura (A) del guerriero. Un guerriero con nella caratteristica A non potrà mai andare o essere in Copertura.

 

Valore (V)

 

Questa icona che raffigura un diamante indica il numero Punti Destino che il giocatore proprietario deve spendere per introdurre il guerriero in gioco, e il numero di Punti Promozione che un avversario guadagna, quando riesce ad uccidere tale guerriero. Per le Warzone e gli Animali, il numero modifica il Valore (V) del guerriero.

 

 

8 - IL GIOCO

 

Durante il proprio Turno ogni giocatore segue un ordine di gioco che si suddivide in tre fasi. Alcune carte possono essere giocate solo in una determinata fase (indicata sulla carta). Una volta completate le tre fasi, la mano passa all’avversario. Le tre fasi sono le seguenti:

 

 

1. Pescare. Pesca dal Mazzo sino ad avere tante carte in mano quanto è il tuo limite.

 

 

2. Azioni. Ogni singolo giocatore ha a disposizione fino a tre Azioni. Le azioni possono essere compiute per giocare carte o attivare effetti. Le azioni più comuni che possono essere compiute giocando le varie carte sono:


 

·     Meditare

·     Introdurre un guerriero

·     Andare al coperto

·     Uscire dalla copertura

·     Trasferire un guerriero

·     Equipaggiare un guerriero o un’area

·     Entrare/Uscire da un Veicolo

·     Assegnare un Animale

·     Costruire una Fortificazione

·     Assegnare un Dono dell’Oscura Simmetria

·     Assegnare un Potere Ki

·     Assegnare una Missione

·     Proclamare un’Alleanza

·     Stabilire una Warzone

·     Sabotare (Azione d’Attacco)

·     Attaccare (Azione d’Attacco)


 

 

3. Scartare. Il giocatore può scartare una carta se lo vuole.

 

 

Fase Pescare

 

Il tuo limite standard è di 7 carte in mano, ma esso può essere cambiato per mezzo di altre carte giocate. Questa fase del gioco è obbligatoria. Qualora non si avessero più carte a disposizione (il mazzo di carte da pescare fosse finito) il gioco può continuare finché vi sono ancora guerrieri in gioco o finché il giocatore è in grado di introdurne uno. Se non si riesce a mettere in gioco un guerriero durante i due Turni successivi, allora il giocatore viene eliminato dal gioco. Fino a che si hanno guerrieri, quindi, il gioco può continuare. Se entrambi i giocatori finiscono il proprio Mazzo da gioco, la partita termina e il giocatore con il maggior numero di Punti Promozione vince. In caso di pareggio la partita continua sino a che un giocatore ha più Punti Promozione dell’altro.

Tieni presente che la Fase Pescare è in realtà divisa in due sottofasi. La fase di “Pre-Pesca” ha luogo tra l’inizio della Fase Pescare e nel momento in cui si pescano effettivamente le carte. Durante questa sottofase il giocatore di Turno può giocare carte “GIOCABILI DURANTE IL TUO TURNO” e tutti gli altri giocatori possono giocare carte “GIOCABILI IN OGNI MOMENTO”.

Una volta che tutti i giocatori hanno avuto la possibilità di giocare le loro carte durante la fase di “Pre-Pesca”, il giocatore di turno pesca le carte. Pescare le carte è considerato un evento “istantaneo” e nessuna carta può essere giocata mentre un giocatore sta pescando le carte. Non appena il giocatore pesca la sua ultima carta, la Fase Azioni ha inizio.

Se un giocatore deve spendere punti D durante la propria fase Pescare a causa degli effetti di alcune carte, può decidere liberamente l’ordine in cui farlo.

Giocando carte o attivando effetti e nella Fase Pescare si possono pescare carte anche se non si raggiunge interamente il numero specificato o il proprio limite.

Nota: se è il primo Turno di gioco, il primo giocatore NON usufruisce di una Fase Pescare. Il primo Turno di gioco del primo giocatore inizia direttamente con la Fase Azioni.

 

Fase Azioni

 

Ogni giocatore ha a disposizione fino a tre Azioni. Le azioni possono essere intraprese nell’ordine che si vuole, e si può compiere la stessa azione più volte durante il proprio turno, tenendo conto di un’eccezione.

I due tipi di Azione di Attacco (Sabotaggio e Attacco) sono particolari. Ogni giocatore può effettuare una sola Azione di Attacco per turno e deve essere l’ultima azione ad essere compiuta. Non appena si effettua un’Azione di Attacco con uno dei propri guerrieri, tutte le azioni inutilizzate sono perse per quel turno.

Nota: nessun giocatore può compiere alcuna Azione di Attacco durante il suo primo turno. Questo include anche Azioni d’Attacco guadagnate da carte Speciali e da altri effetti.

Non è necessario che il giocatore esegue tutte e tre le Azioni a disposizione se non lo desidera. Egli può perfino non eseguirne nessuna. Inoltre, parecchi effetti di carte daranno più azioni da usare durante il proprio turno, e persino azioni da usare durante i turni di altri giocatori! Tutte le azioni inutilizzate sono perse e non possono essere recuperate nei turni successivi.

 

Le azioni aggiuntive guadagnate da un guerriero possono essere spese dal Giocatore solo per influenzare direttamente il Guerriero stesso, ovvero per:


- Assegnargli carte che costino Azioni
- Utilizzare gli effetti di carte a lui assegnate e sfruttare le abilità proprie del Guerriero
- Trasferirsi
- Attaccare/Sabotare
- Entrare/Uscire dalla copertura oppure Entrare/Uscire da un veicolo

Guerrieri che non possono compiere, anche temporaneamente, azioni non possono nemmeno attivare effetti in ogni momento (Es. una giovane guardia dispersa in azione non potrà essere eliminata per negare una speciale). 

 

Le azioni che ogni giocatore può compiere sono le seguenti:

 

 

 - Meditare. Si può spendere un’Azione meditando. Per ogni azione di meditazione fatta, il giocatore può aggiungere un segnalino nella Pila dei Punti Destino. Un giocatore può eseguire azioni di meditazione anche se non ha guerrieri in gioco.

 

- Introdurre un guerriero. Durante questa azione, il giocatore può aggiungere un guerriero in una delle sue Aree di Combattimento. L’affiliazione del guerriero indicherà al giocatore dove esso può essere introdotto:

 

- i Doomtrooper (le cinque affiliazioni corporative e la Fratellanza) devono entrare in gioco nella propria Squadra

- i guerrieri dell’Oscura Legione devono entrare in gioco nel proprio Schieramento

- i guerrieri delle Tribù (o Tribali) devono entrare in gioco nel proprio Avamposto

- i guerrieri con affiliazione Generica avranno specificato nel proprio testo dove entrano in gioco

 

 

Per introdurre un guerriero semplicemente si prende la carta raffigurante il guerriero dalla propria mano e lo si pone nell’Area di Combattimento appropriata, pagandone il Valore (V) in Punti Destino. Se non si possiedono abbastanza Punti Destino, il guerriero non può essere introdotto in gioco.

Le affiliazioni delle Tribù si odiano fra di loro e non possono stare insieme. Non si può introdurre nell’Avamposto un guerriero con una certa affiliazione delle Tribù nel proprio Avamposto se vi è già presente un guerriero con un’altra affiliazione delle Tribù.

Un guerriero può attaccare ed essere attaccato nello stesso Turno nel quale è stato introdotto, tranne che nel primo Turno di gioco di ogni giocatore.

Quando una carta permette l’introduzione di un guerriero (es. Saccheggio e Devastazione, etc.) eventuali restrizioni all’inserimento dello stesso non vengono considerate. Carte o effetti che riducano solamente il costo in termini di PD o azioni (es. Base Militare) non escludono eventuali restrizioni. Non è comunque possibile inserire una copia di una Personalità già in gioco.

 

- Andare al Coperto. In determinate situazioni conviene mandare al Coperto un proprio guerriero (nel caso fosse ferito, ad esempio). Si può cercare riparo mandando il guerriero in Copertura al costo di un’Azione. La carta del guerriero che si intende mandare in Copertura deve essere voltata a faccia in giù assieme a tutte le carte assegnategli. I guerrieri in copertura devono tener conto delle seguenti regole:

a)    Nel caso in cui un giocatore abbia uno o più guerrieri in gioco, almeno uno di essi deve restare scoperto. Se si ha un solo guerriero in gioco, non potrà andare in Copertura. Se si rimane con solamente un guerriero in Copertura, questo dovrà uscire dalla Copertura al costo di un’Azione come prima cosa disponibile.

b)   I guerrieri in Copertura non possono attaccare ma possono essere attaccati. Essi ricevono un bonus di +3 nel loro valore di Armatura (A).

c)    I guerrieri feriti possono andare in Copertura. Essi sono girati a faccia in giù come i guerrieri illesi, ma vengono messi in posizione orizzontale, per indicare che sono feriti (vedi l’azione Attaccare per altre informazioni riguardo i guerrieri feriti).

d)   Il giocatore potrà andare a vedere quali sono le carte che ha messo in Copertura in qualunque momento, ma gli altri giocatori non possono farlo. Nel caso in cui si abbia più di un guerriero al Coperto, non è consentito spostarli sul tavolo di gioco per confondere l’avversario.

e)   I Guerrieri non possono essere introdotti direttamente al Coperto. Devono prima entrare in gioco scoperti, essere mostrati all’avversario e poi, se si vuole, si possono mandare in Copertura.

 

Ogni guerriero al Coperto è considerato in gioco e può intervenire con le proprie abilità segnate sulla sua carta, influenzando il gioco come se fosse scoperto.

 

- Uscire dalla copertura. Al costo di un’Azione un giocatore può far uscire un proprio guerriero dalla Copertura. La carta del guerriero e tutte le carte assegnategli vengono voltate a faccia in su e, se il guerriero è ferito, egli rimane in posizione orizzontale. Un guerriero non può attaccare nello stesso Turno in cui ritorna allo scoperto, a meno che una carta lo consenta.

 

- Trasferire un guerriero. Il giocatore può utilizzare un’azione di Trasferimento per spostare i propri Doomtrooper e i propri guerrieri dell’Oscura Legione nell’Avamposto o dall’Avamposto. Si può trasferire un Doomtrooper dalla propria Squadra al proprio Avamposto o dal proprio Avamposto alla propria Squadra, e si può trasferire un guerriero dell’Oscura Legione dal proprio Schieramento al proprio Avamposto o dal proprio Avamposto al proprio Schieramento. Tuttavia, non si possono trasferire guerrieri delle Tribù (o Tribali). Essi devono rimanere nell’Avamposto. Bisogna tener conto anche dei seguenti punti:

 

a)    Nessuna azione di Trasferimento può essere fatta da alcun guerriero fino a che almeno un guerriero non è entrato direttamente in gioco in un Avamposto. Una volta che un guerriero è entrato direttamente in un Avamposto, i guerrieri possono essere trasferiti.

b)   Trasferirsi costa un’Azione, a meno che il guerriero che si trasferisce ha assegnato o è considerato un Veicolo; in quel caso il costo per il trasferimento è di due Azioni.

c)    Un guerriero può trasferirsi volontariamente solo una volta per turno (dalla Fase Pescare del giocatore alla sua successiva Fase Pescare). Esso però può trasferirsi più di una volta se “forzato” da carte Speciali giocate.

d)   Ogni giocatore non può avere presenti contemporaneamente Doomtrooper e guerrieri dell’Oscura Legione nel proprio Avamposto. Per esempio, un giocatore non può Trasferire un guerriero dell’Oscura Legione nell’Avamposto se contiene già almeno un Doomtrooper.

e)   Se un Doomtrooper che diventa un Eretico è ancora considerato un Doomtrooper (per esempio attraverso la carta Corrotto Dal Male), egli può rimanere nell’Avamposto assieme ad altri Doomtrooper (o può anche rimanere nell’Avamposto con altri guerrieri dell’Oscura Legione). Ma se un Doomtrooper in un Avamposto diviene completamente un Eretico dell’Oscura Legione perdendo i precedenti legami (per esempio attraverso la carta Corrotto Dall’Oscurità) e sono presenti altri Doomtrooper nell’Avamposto, allora come prima cosa disponibile il giocatore dovrà trasferire tale guerriero nel proprio Schieramento.

f)     I guerrieri delle Tribù (o Tribali) e i guerrieri affiliati alle Tribù non hanno restrizioni di legame. Doomtrooper e guerrieri Tribali possono coesistere nello stesso Avamposto, come possono coesistere guerrieri dell’Oscura Legione e guerrieri Tribali.

g)   Un guerriero Generico che entra in un’Area di Combattimento diversa dalla Squadra e dallo Schieramento e non entra direttamente nell’Avamposto (ad.es. il Thug), può essere normalmente trasferito e può stare insieme a Doomtrooper o guerrieri dell’Oscura Legione quanto vuole. Se viene trasferito fuori dall’Avamposto ritorna nella sua Area Generica differente da Squadra e Schieramento.

h)   Se le spie di un giocatore rilevano un possibile movimento sulla Terra, egli dovrà andare a controllare accertandosene. Di conseguenza, se un avversario ha un guerriero nel suo Avamposto (di qualsiasi affiliazione), il giocatore deve Trasferire almeno un guerriero nel proprio Avamposto come prima cosa disponibile da fare. Finché ci sono guerrieri in un Avamposto, tutti i giocatori devono avere almeno un guerriero nel proprio Avamposto.

i)      Se si ha un solo guerriero in gioco e questi è in copertura, nel caso in cui si renda necessario trasferirlo nell'avamposto, si dovrà prima spendere una azione per trasferirlo, e poi spendere una seconda azione per uscire dalla copertura.

j)     Per soddisfare la regola per la quale “se l'avversario ha un guerriero nell'avamposto con la prima azione del proprio turno è necessario trasferire nell'Avamposto un proprio guerriero” non possono essere presi in considerazione guerrieri non-combattenti.

 

 

- Equipaggiare un guerriero o un’area  (Equipaggiamento o Reliquia). Ogni giocatore può spendere un’Azione (se non indicato diversamente) per assegnare una carta Equipaggiamento o Reliquia ad uno dei propri guerrieri in gioco o ad una delle proprie Aree di Combattimento, seguendo le seguenti restrizioni:

 

a)    Un guerriero può essere equipaggiato con un numero qualsiasi di carte Equipaggiamento o Reliquia. Tutte le carte Reliquia sono uniche. Nessun giocatore può giocare una carta Reliquia se è già in gioco una carta Reliquia identica. Copie di Reliquie scartate possono entrare in gioco successivamente.

b)   Ogni guerriero può utilizzare qualsiasi Equipaggiamento o Reliquia, senza guardare l’affiliazione, a meno che non sia specificato diversamente sul testo della carta. Per esempio, i guerrieri dell’Oscura Legione possono utilizzare armi della Fratellanza. Ma se la carta arma riporta scritto “Assegnabile a qualsiasi Doomtrooper”, allora solo i Doomtrooper possono usare quell’arma e non i guerrieri dell’Oscura Legione.

c)    Una volta che un giocatore mette una carta Equipaggiamento o Reliquia su un guerriero, quella carta rimane assegnata al guerriero e non può essere tolta o spostata su un altro guerriero, tranne che con carte giocate.

d)   Ogni giocatore può assegnare ad un guerriero qualsiasi numero di carte Equipaggiamento, ma si può utilizzare solo una copia identica dello stesso Equipaggiamento alla volta, a meno che non venga specificato diversamente. Il giocatore può assegnare ai guerrieri più copie dello stessa carta Equipaggiamento per cumularne gli effetti (solo se espressamente indicato) o come “backup” nel caso accadesse qualcosa a qualcuna di loro. Questi “backup” possono essere utilizzati immediatamente se necessario.

e)   Alcuni Equipaggiamenti e Reliquie contengono ulteriori indicazioni quali possono essere ARMA, ARMATURA o VEICOLO. Queste indicazioni gestiscono la carta in questi modi particolari:

-     ARMI: i soli Equipaggiamenti che vengono considerati “Armi” sono carte che specificamente riportano l’indicazione Arma da Fuoco, Arma da Corpo a Corpo, Arma da Fuoco e da Corpo a Corpo o Arma Speciale su di esse. Un guerriero può avere assegnato un qualsiasi numero di Armi, ma ne può utilizzare una sola durante un combattimento. Naturalmente, in termini “reali” molti altri  Equipaggiamenti sono ovviamente armi, ma in termini di gioco, esso deve esserci scritto appositamente sul testo della carta. Un guerriero può usare solo un’Arma durante il combattimento (ma può averne assegnate diverse).

-     ARMATURE: una carta designata come Armatura aumenta la resistenza e la protezione del guerriero. A differenza degli altri Equipaggiamenti, un guerriero può avere una sola Armatura assegnata, ed essa è considerata sempre in uso.

-     VEICOLI: i Veicoli possono dare sia una maggiore potenza d’attacco che di difesa al guerriero a cui vengono assegnati. Così come per le Armature, un guerriero può avere assegnato un solo Veicolo.  Un guerriero con un Veicolo assegnato deve essere dentro o fuori dal suo Veicolo. Quando un guerriero è equipaggiato con un Veicolo, il giocatore deve annunciare se tale guerriero è dentro o fuori dal Veicolo. Per indicare che un guerriero è fuori da un Veicolo (quindi non può usare o guadagnarne gli effetti), il giocatore deve mettere il Veicolo a faccia in giù sul tavolo accanto al guerriero. Per indicare che un guerriero è dentro un Veicolo (e può quindi usare o guadagnarne gli effetti), il giocatore deve mettere il Veicolo sul tavolo a faccia in su accanto al guerriero. Se un giocatore sceglie inizialmente di avere il guerriero fuori dal Veicolo, egli deve prima mostrare il Veicolo agli avversari.

Una cosa importante da ricordare è che quando i guerrieri sono in Copertura, essi non possono stare dentro i Veicoli. Se un giocatore assegna un Veicolo ad un guerriero in Copertura, esso deve essere fuori dal Veicolo (e il giocatore deve sempre mostrare prima il Veicolo agli avversari).

I Veicoli si suddividono in Aeronavi, Sottomarini e Carri Armati. Guerrieri che utilizzano o siano considerati Aeronavi o Sottomarini non possono attaccare ed essere attaccati in Corpo a Corpo (C). Restrizioni varie riguardanti il divieto di utilizzare altre Armi, Armature ed Equipaggiamenti assieme al Veicolo sono da considerarsi solo se è espressamente specificato sul testo del Veicolo. Se il guerriero è fuori dal Veicolo, esso non tiene conto del testo della carta del Veicolo.

Se un guerriero è dentro un Veicolo e quest’ultimo viene scartato tramite l’effetto di altre carte, il guerriero riceverà una ferita (non si guadagnano punti se la ferita uccide il guerriero, a meno che non sia espressamente indicato). Se tale guerriero è fuori da un Veicolo scartato non subirà la ferita.

Un guerriero dentro un Veicolo inoltre non tiene conto dei benefici delle Fortificazioni, ma gli avversari possono beneficiare eventualmente delle loro Fortificazioni. Un guerriero dentro ad un Veicolo non può andare al Coperto, e se è in Copertura per entrare dentro un Veicolo, dovrà prima uscire dalla Copertura. Se un guerriero all’intero di un Veicolo è “forzato” ad andare al Coperto attraverso carte giocate, esso è forzato ad uscire automaticamente dal Veicolo.

f)     Alcune carte rappresentano Equipaggiamenti da assegnare alle Armi o ai Veicoli stessi, e sono particolari perfezionamenti tecnici volti a migliorarne le prestazioni. In tal caso, l’Equipaggiamento diventa parte dell’Arma o del Veicolo, e se l’Arma o il Veicolo viene scartata/o, viene scartato anche questo particolare Equipaggiamento associato. Non è possibile assegnare allo stesso Equipaggiamento copie identiche di queste carte.

g)   Alcune carte Equipaggiamento, vengono assegnate direttamente ad una propria Area di Combattimento e non ad un proprio guerriero in gioco. Tali Equipaggiamenti possono entrare in gioco ed essere utilizzati anche se il giocatore non ha guerrieri nell’Area in questione, e possono essere assegnate persino più copie identiche dello stesso Equipaggiamento nell’Area specificata (se non indicato diversamente). Si potrà comunque utilizzare un solo equipaggiamento alla volta ed eventuali effetti sono cumulabili solo se viene specificatamente indicato.

h)   Ogni giocatore può assegnare Equipaggiamenti e Reliquie solamente ai propri guerrieri, eccezion fatta per le carte nel cui testo è specificatamente indicato diversamente

 

 

- Entrare/Uscire da un Veicolo. Un guerriero può entrare e uscire dal suo Veicolo quante volte vuole durante un turno, ma ogni volta che si entra o si esce da un Veicolo si spende un’Azione. Quando un guerriero entra o esce dal Veicolo, il giocatore dovrà semplicemente voltare il Veicolo (a faccia in giù se è fuori dal Veicolo, a faccia in su se è dentro).

Appena viene assegnato un Veicolo ad un guerriero, farlo entrare non costa un ulteriore Azione (si spende solo quella per l’assegnazione).

Un guerriero con indicato nel proprio testo che è un Veicolo o che abbia scritto “Considerato un Veicolo”, è sempre considerato all’interno di esso e non può mai uscire (quindi non può mai andare in Copertura).

Se un guerriero usufruisce di un Veicolo “Trasportatruppe”, tale Veicolo è considerato associato.

TUTTI E SOLI i Veicoli, assegnabili ad un'Area e che PERMETTONO DI FAR ENTRARE (E/O USCIRE) all'interno di questi, (più) guerrieri dalla stessa Area, sono considerati “Trasportratruppe".

Quando si scartano veicoli per ottenere il loro effetto, i guerrieri al loro interno non sono feriti.

·  - Assegnare un Animale. Ogni giocatore può assegnare un Animale ad un guerrieri che possa riceverlo al costo di un’Azione. Un guerriero può ricevere un Animale dal giocatore solo se si trova nel proprio Avamposto.Un guerriero può avere un Animale o un Veicolo e non può averne più di uno assegnato. Inoltre un guerriero non può avere assegnato contemporaneamente un Animale e un Veicolo. Esso può ricevere ed usare altri Equipaggiamenti e Reliquie normalmente.

   A differenza dei Veicoli, quando un giocatore assegna un Animale ad un guerriero, tale guerriero cavalca sempre l’Animale e deve sempre utilizzarlo in combattimento. La carta Animale modifica le caratteristiche C, S, A e V che sono applicati al guerriero che cavalca l’Animale. Questi modificatori sono applicati ai valori base del guerriero prima di altri modificatori. In altre parole si creano dei nuovi valori base. Un guerriero con un Animale non può Trasferirsi volontariamente abbandonando l’Avamposto mentre l’Animale gli è assegnato. Se il guerriero è “forzato” a lasciare l’Avamposto attraverso l’effetto di carte giocate, l’Animale è scartato (a meno che tale guerriero non è spostato in un altro Avamposto). Un guerriero con un Animale assegnato guadagna gli effetti delle Fortificazioni e può andare in Copertura. Un guerriero con indicato nel proprio testo che è un Animale o che abbia scritto “Considerato un Animale”, non può avere assegnati Animali o Veicoli, non può Trasferirsi ed è scartato se è forzato ad abbandonare l’Avamposto. Essi possono guadagnare gli effetti delle Fortificazioni e possono andare in Copertura.

 

·  - Costruire una Fortificazione. Al costo di un’Azione, un giocatore può introdurre una carta Fortificazione in una delle proprie Aree di Combattimento (la carta specificherà dove essa può essere inserita). La Fortificazione influenzerà tutti i guerrieri in quell’Area (alcune Fortificazioni influenzano solo guerrieri individuali, ma questo viene indicato sul testo della carta stessa). Ogni giocatore può avere una sola copia identica di ogni carta Fortificazione in gioco alla volta, a meno che la carta non dica diversamente.

 

·  - Assegnare un Dono dell’Oscura Simmetria. Tutte le carte dell’Oscura Simmetria sono considerati “doni”. Questi doni sono assegnati a guerrieri dell’Oscura Legione che si sono fatti valere nel loro servizio alla Grande Oscurità. Al costo di un’Azione è possibile assegnare un Dono dell’Oscura Simmetria ad un o dei propri guerrieri dell’Oscura Legione in gioco. Le carte dell’Oscura Simmetria rimangono assegnate al guerriero dell’Oscura Legione e gli effetti possono essere usati immediatamente. Ci sono tre tipi di doni:

 

-     I DONI DELL’OSCURA SIMMETRIA (MINORI), che sono meno potenti e possono essere assegnati a qualsiasi guerrieri dell’Oscura Legione (tranne se specificamente indicato).

 

-     I DONI ERETICI MINORI, che sono generalmente Doni dell’Oscura Simmetria che possono essere assegnati solo agli Eretici o guerrieri considerati tali.

 

-     I DONI DEGLI APOSTOLI (MAGGIORI) come DONO MAGGIORE DI ALGEROTH, DONO MAGGIORE DI DEMNOGONIS, etc; essi possono essere assegnati a SEGUACI dell’Apostolo indicato (SEGUACE DI ALGEROTH, SEGUACE DI DEMNOGONIS, etc). Per esempio, Distorsione è un DONO MAGGIORE DI ALGEROTH e solo i SEGUACI DI ALGEROTH possono riceverlo (a meno che non sia diversamente indicato sul testo del guerriero).

 

Ogni giocatore può assegnare Doni dell’Oscura Simmetria solamente ai propri guerrieri, eccezion fatta per le carte nel cui testo è specificatamente indicato diversamente.

 

 

·  - Assegnare un Potere Ki. Le carte Poteri Ki possono venire assegnate a qualsiasi guerriero Mishima (o affiliato alla Mishima) al costo di un’Azione ognuna. Un guerriero può avere associata una sola copia identica di ogni carta Poteri Ki (niente duplicati). Il guerriero guadagna gli effetti riportati sulla carta Poteri Ki finché essa gli è associata. Se un guerriero perde la sua affiliazione Mishima può continuare ad utilizzare i Poteri Ki assegnati fino a quel momento, ma non potrà riceverne altri finché non riacquisterà la sua affiliazione Mishima. Ogni giocatore può assegnare Poteri KI solamente ai propri guerrieri, eccezion fatta per le carte nel cui testo è specificatamente indicato diversamente

 

·  - Assegnare una Missione. Ogni giocatore può assegnare al costo di un’Azione una Missione a uno dei propri guerrieri, a se stesso o a un altro giocatore. Il testo della carta Missione specifica a chi può essere assegnata e quali condizioni essa comporta. Ogni giocatore può assegnare Missioni solamente ai propri guerrieri, eccezion fatta per le carte nel cui testo è specificatamente indicato diversamente. Le Missioni assegnate ad un guerriero devono essere compiute da quel guerriero e vanno poste sul guerriero. Le Missioni assegnate ai giocatori vanno poste sul tavolo, vicino al giocatore. La Missione va assegnata prima di essere iniziata. Una volta completata, la carta Missione deve essere scartata. Giocatori e guerrieri possono avere assegnate qualsiasi numero di Missioni differenti, ma non possono venire assegnate più copie della stessa identica Missione allo stesso guerriero o giocatore. Una volta che una Missione viene completata si può assegnare un’altra copia della stessa Missione allo stesso guerriero o allo stesso giocatore. Considera che completare una Missione è sempre una scelta opzionale e non obbligatoria o vincolante. Tuttavia, se un giocatore o un guerriero raggiunge l’obiettivo che la Missione richiede, essa deve essere terminata. Non è possibile tenere in gioco la Missione e ignorarne l’adempimento originale.

È possibile completare solo una Missione alla volta, ma è sempre possibile guadagnare gli effetti delle Missioni che non sono mai terminate, anche insieme al completamento di un’altra Missione. Non è possibile completare Missioni scartando proprie Fortificazioni.

 

·  - Proclamare un’Alleanza. Le carte Alleanze possono essere giocate in ogni momento e non richiedono il pagamento di Azioni per essere introdotte in gioco. Non possiedono nessuna Icona di Legame e non hanno affiliazione. Possono essere giocate con qualsiasi Guerra Corporativa e non possono essere embargate. Ogni giocatore non può avere più di una carta Alleanza in gioco. Le carte Alleanza non possono mai venire scartate o eliminate, tranne che da carte che specificatamente possono scartate o rimuovere in qualche modo dal gioco una carta Alleanza. Tutte le carte Alleanza sono uniche: non è possibile introdurre in gioco una carta Alleanza identica ad una già presente. Per Alleanze Corporative si intendono le 5 Alleanze con titoli i nomi delle Corporazioni, presenti nell’espansione Golgotha.

 

·  - Stabilire una Warzone. Le carte Warzone sono assegnate ad una propria Area di Combattimento al costo di un’Azione (la carta indicherà dove può essere giocata). Può essere giocato qualsiasi numero di Warzone uguali, ma ogni giocatore non può avere più di una stessa identica carta Warzone in gioco. Quando un proprio guerriero è un Difensore in un combattimento, il giocatore può scegliere di difendere quel guerriero in una delle sue Warzone in quell’Area di Combattimento. Gli effetti delle Warzone sono descritti nell’azione Attaccare.

 

·  - Sabotare (Azione di Attacco). Se un giocatore non ha guerrieri in gioco che siano in grado di partecipare al combattimento (se per esempio il giocatore non ha guerrieri in gioco o ha solo guerrieri NON-COMBATTENTI), il giocatore di Turno può sabotare con uno dei suoi guerrieri quel giocatore al costo di un’Azione di Attacco. Sabotando un avversario, il giocatore aumenta il proprio potere, e quindi un sabotaggio riuscito farà guadagnare un certo numero di punti. Per sabotare un giocatore deve tener conto dei seguenti punti:

 

a)    Un guerriero che sta sabotando deve essere in grado di combattere (i NON-COMBATTENTI non possono sabotare).

b)   Ogni giocatore può sabotare ogni avversario solo una volta per turno (dalla sua Fase Pescare alla sua prossima Fase Pescare). Anche se un giocatore guadagna più Azioni di Attacco, egli non può Sabotare più di un volta per turno (tuttavia, vedere la regola opzionale dei Sabotaggi Multipli).

c)    Per effettuare un sabotaggio, il giocatore deve semplicemente annunciare un uno dei suoi guerrieri intraprenderà il sabotaggio. A meno che l’avversario non possa giocare una carta che impedirà questa azione, il sabotaggio avrà successo. Come ricompensa, il giocatore guadagna un numero di punti pari alla metà (arrotondata per eccesso) del Valore (V) modificato del proprio guerriero che effettua il sabotaggio. Il giocatore può scegliere se prendere Punti Promozione, Punti Destino, o una combinazione di entrambi.

d)   Un giocatore non può mai effettuare un azione di sabotaggio fino a che tutti i giocatori non hanno completato almeno il loro primo turno. Nessun giocatore può mai effettuare un sabotaggio durante un turno di un altro giocatore. Se un giocatore è in grado di effettuare Azioni di Attacco quando non è il suo turno, nessuna di queste può essere usata per sabotare.

 

 

- Attaccare (Azione di Attacco). Ogni giocatore avrà spesso la possibilità di attaccare durante il gioco. Naturalmente, il combattimento è facoltativo, ma è uno dei metodi principali per permettere ad ogni giocatore di guadagnare Punti Promozione. Poiché per attaccare si spende un’Azione di Attacco, ogni giocatore può normalmente attaccare una volta per turno, e questa azione deve essere l’ultima ad essere compiuta. Se un giocatore attacca con la sua prima o seconda azione, egli perde ogni altra eventuale azione che non ha utilizzato. Inoltre, nessun giocatore può attaccare durante il suo primo turno di gioco. Quando un giocatore effettua un azione per attaccare, uno dei guerrieri di quel giocatore può attaccare un altro guerriero in gioco. Il combattimento avviene di solito tra un guerriero che attacca (l’Attaccante) e un guerriero che si difende (il Difensore). Alcune carte permettono a guerrieri supplementari di unirsi allo scontro. È possibile (attraverso carte giocate) che un giocatore effettui più di un’azione per attaccare durante un turno. In questo caso si può attaccare più volte con lo stesso guerriero, e un giocatore se vuole può attaccare lo stesso guerriero più di una volta. L’unica cosa da ricordare è che ogni attacco deve essere condotto separatamente dagli altri. Ogni giocatore deve terminare un attacco prima di iniziarne un altro. Il combattimento è un concetto molto semplice, ed è diviso in diverse fasi. Per prima cosa il giocatore che attacca scegli un guerriero Attaccante e un guerriero Difensore. Dopodiché egli decide se combattere in Corpo a Corpo (C) o in Sparo (S), definendo la Tattica di Combattimento, e il Difensore può decidere in quale Warzone combattere (se ce ne sono)e successivamente si confrontano i valori di attacco (quelli della Tattica di Combattimento scelta) dei combattenti con i rispettivi loro valori di Armatura per vedere come sta andando il combattimento. Entrambi i giocatori possono quindi giocare carte per modificare i valori di combattimento dei guerrieri coinvolti nello scontro. Infine i valori di combattimento modificati vengono comparati. Ogni guerriero che durante il combattimento è stato colpito deve essere posizionato in orizzontale, per mostrare che è ferito. Se un guerriero già ferito è nuovamente colpito, esso muore e viene scartato. La morte di un guerriero fa guadagnare un numero di punti pari al Valore (V) modificato del guerriero ucciso. Questi punti vanno al giocatore che, tramite un proprio guerriero, è riuscito ad ucciderne un altro. La ricompensa può essere convertita in Punti Promozione o in Punti Destino (o una combinazione di entrambi).

 

Le fasi del combattimento sono le seguenti :

 

1)   Annunciare Attaccante e Difensore

2)   Annunciare la Tattica di Combattimento (C o S)

3)   Annunciare eventuali Warzone

4)   Determinare i valori di combattimento

5)   Modificare i valori di combattimento

6)   Risolvere il combattimento

7)   Determinare lo stato dei guerrieri coinvolti

8)   Guadagnare eventuali Punti

 

 

In modo più dettagliato occorre, quindi:

 

1)   Annunciare Attaccante e Difensore: il giocatore che attacca sceglie uno dei propri guerrieri in gioco come Attaccante e seleziona un altro guerriero in gioco da attaccare (il Difensore). Indipendentemente dall’esito dello scontro, i due guerrieri sono sempre indicati come Attaccante e Difensore durante il combattimento. Ci sono alcune regole da tenere presente quando scegli l’Attaccante e il Difensore:

 

-     Nessun Doomtrooper può attaccare un altro Doomtrooper della stessa corporazione (a meno che non venga indicato diversamente, o che non si giochino carte che lo permettano). Se un guerriero appartiene a più corporazioni contemporaneamente, esso non può attaccare ed essere attaccato da Doomtrooper affiliati a quelle corporazioni. Per esempio, i guerrieri Bauhaus non possono attaccare altri guerrieri Bauhaus, ma possono attaccare guerrieri Capitol.

-     Un Doomtrooper non può attaccare un membro della Fratellanza (se non indicato diversamente).

-     I membri della Fratellanza possono solo attaccare i guerrieri dell’Oscura Legione, i guerrieri affiliati alle Tribù e i guerrieri Generici senza legame che non sono considerati Doomtrooper.

-     I guerrieri dell’Oscura Legione possono attaccare qualsiasi altro guerriero in gioco, anche altri guerrieri dell’Oscura Legione.

-     I guerrieri nell’Avamposto di un giocatore possono solo attaccare guerrieri in altri Avamposti. Essi non possono mai attaccare i guerrieri nelle Squadre o negli Schieramenti. Allo stesso modo, i guerrieri nelle Squadre e negli Schieramenti non possono mai attaccare guerrieri negli Avamposti. Anche se viene giocata una carta che permette di cambiare l’Attaccante o il Difensore di un combattimento con un altro guerriero in gioco, un giocatore non può mai infrangere questa regola!

-     I guerrieri affiliati alle varie Tribù possono attaccare ed essere attaccati da qualsiasi altro guerriero, senza tener conto delle affiliazioni e di guerrieri con lo stesso legame (per esempio, i guerrieri Templari possono attaccare altri guerrieri Templari).

-     Un guerriero indicato come ASSASSINO può attaccare qualsiasi guerriero in gioco, senza tener conto delle affiliazioni (nota che gli altri guerrieri sono ancora tenuti a rispettare le proprie restrizioni di legame quando li attaccano).

-     Qualsiasi guerriero indicato come NON-COMBATTENTE non può mai attaccare o essere bersaglio di un attacco. Esso non può mai prendere parte ad un combattimento in alcun modo. Anche se un giocatore gioca una carta che permette di cambiare un Attaccante o un Difensore con un “qualsiasi guerriero in gioco”, tu non puoi scegliere un NON-COMBATTENTE. Un giocatore deve studiare altri modi per togliere dal gioco i NON-COMBATTENTI.

-     I guerrieri Generici senza affiliazione che sono indicati come Doomtrooper o sono considerati Doomtrooper possono generalmente attaccare ed essere attaccati da qualsiasi altro Doomtrooper corporativo, ma non possono attaccare o essere attaccati da membri della Fratellanza. I guerrieri Generici senza affiliazione che non sono indicati come Doomtrooper o non sono considerati Doomtrooper possono attaccare e venire attaccati da qualsiasi altro guerriero.

-     I guerrieri di un giocatore non possono attaccare altri guerrieri dello stesso giocatore. Tuttavia un giocatore può “forzare” i propri guerrieri ad attaccare degli altri guerrieri propri (attraverso carte Speciali giocate o incantesimi dell’Arte, etc).

 

 

2)   Annunciare la Tattica di Combattimento: il giocatore che attacca annuncia quindi quale Tattica di Combattimento userà l’Attaccante. Ciò determina quali sono i valori di attacco e quali armi, equipaggiamento o altri modificatori l’Attaccante e il Difensore possono utilizzare durante questo combattimento.

Ogni guerriero ha due valori di attacco, Corpo a Corpo (C) e Sparo (S). L’Attaccante può affrontare il Difensore con pugni e spade, che caratterizzato un combattimento ravvicinato (in cui entrambi i guerrieri utilizzeranno i loro valori di Corpo a Corpo), o si può attaccare con Pistole e Fucili, che caratterizzano un combattimento a fuoco (in cui entrambi i guerrieri utilizzeranno i loro valori di Sparo).

 

3)   Annunciare eventuali Warzone: il giocatore che si difende dichiara se il suo guerriero Difensore si difenderà in una Warzone, e quale. Si può scegliere solo una Warzone presente nella stessa Area di Combattimento del Difensore che combatte. Inoltre:

*    Solo il Difensore guadagna i modificatori C, S, A e V segnati sulla carta Warzone, ma tutti i combattenti sono influenzati dal testo della carta.

*     Se un giocatore difende un proprio guerriero in una Warzone, nessuno dei combattenti può usufruire degli effetti delle carte Fortificazione. Equipaggiamenti e guerrieri che sono definiti come FORTIFICAZIONE o sono “considerati FORTIFICAZIONI” possono essere usati.

*    Quando si attacca, non si possono utilizzare Warzone.

*    I guerrieri di una determinata Area di Combattimento non possono difendersi in proprie Warzone appartenenti ad altre Aree differenti.

 

 

4)   Determinare i valori di combattimento: osservare il valore di attacco (della Tattica di Combattimento scelta C o S) dell’Attaccante e confrontarlo con il valore di Armatura (A) del Difensore. Se il valore di attacco dell’Attaccante è maggiore o uguale al valore di Armatura del Difensore, il Difensore sarà ferito.

Il Difensore farà simultaneamente la stessa cosa, confrontando il suo corrispondente valore di attacco con il valore di Armatura (A) dell’Attaccante, e anche in questo caso se il valore di attacco del Difensore è maggiore o uguale di quello di Armatura (A) dell’Attaccante, l’Attaccante sarà ferito.

 

Esempio: Paolo sta facendo un attacco dichiarando che il suo Sean Gallagher (un Doomtrooper Imperiale) combatterà in Corpo a Corpo (C) contro il Nefarita di Ilian (un guerriero dell’Oscura Legione) di Carlo. Sean ha un valore C:10, un valore S:3 e un valore A:8. Il Nefarita ha un valore C:8, un valore di S:5 e un valore A:4. Poiché questo è un combattimento ravvicinato, vengono usati solamente i valori C e A in questo caso. Dato che Sean e il Nefarita si colpiscono contemporaneamente, entrambi i giocatori confrontano simultaneamente ambedue i valori. Sean attacca con un valore C:10 contro il valore A:4 del Nefarita ed essendo 10 maggiore di 4, il Nefarita risulta ferito. Il Nefarita colpisce invece Gallagher con un valore C:8 contro il valore A:8 di Sean, e anche in questo caso Sean viene ferito dato che 8 è uguale a 8.

 

Bisogna assicurarsi degli effetti delle carte Equipaggiamento che ogni guerriero possiede, ma solo se esse possono essere utilizzate con la Tattica di Combattimento scelta. Ogni guerriero può utilizzare solo un’ARMA durante il combattimento (tranne se specificato diversamente), ma può utilizzare qualsiasi altra carta Equipaggiamento se può usufruirne (comunque solo una copia identica, se non diversamente indicato). Le ARMI DA CORPO A CORPO possono essere utilizzate solamente nei combattimenti Corpo a Corpo (C), così come le ARMI DA FUOCO possono essere utilizzate solamente nei combattimenti in Sparo (S). Le ARMI DA CORPO A CORPO/FUOCO possono invece essere utilizzate in entrambi i tipi di combattimenti. Per esempio, una Spada Violator (un ARMA DA CORPO A CORPO) non ha effetto nei combattimenti in Sparo (S). Un guerriero ferito (vedi sotto) combatte normalmente come un guerriero illeso. Se il Difensore è in Copertura (la sua carta è a faccia in giù), esso aggiunge un +3 nel suo valore di Armatura (A). Un guerriero rimane al Coperto durante il combattimento e anche dopo, se sopravvive. Anche se è sempre considerato in Copertura, durante il combattimento un guerriero deve essere girato a faccia in su per poter leggere i suoi valori, dopodichè si può rigirare la carta a faccia in giù. Ogni giocatore deve tenere ben presente che nessuno dei guerrieri è ancora stato ferito realmente. Si sta solo valutando come procede il combattimento.

 

5)   Modificare i valori di combattimento: cominciando dal giocatore che attacca, ogni giocatore quando è il suo turno può giocare carte che influenzano il combattimento. Tali carte possono riportare sul testo “GIOCABILI DURANTE IL COMBATTIMENTO”, o qualcosa di simile. Il giocatore che attacca può giocare quante carte vuole indicando quando ha finito di giocare, così come può farlo l’avversario che si difende indicando anche lui quando ha finito di giocare. Successivamente anche gli altri giocatori possono giocare carte. A quel punto il giocatore che attacca può ulteriormente giocare altre carte, e così via, fino a quando nessun giocatore non vuole più giocare altre carte. Un giocatore può giocare più copie uguali di carte che modificano i valori del guerriero durante questa fase, e i loro effetti quando è possibile sono cumulativi. Alcune carte permettono ai giocatori di cambiare l’Attaccante e/o il Difensore coinvolti in un combattimento. Quando ciò accade, il giocatore (o i giocatori) che controllano il nuovo Attaccante e/o il nuovo Difensore possono giocare normalmente carte per modificare i valori dei nuovi combattenti. Talvolta può anche succedere che alcune carte speciali o altri effetti facciano scendere i valori di combattimento a zero o meno, ma essi valgono ancora. Per esempio, un guerrieri con un valore modificato di Corpo a Corpo (C) di -4 ferirà ancora un avversario il cui valore modificato di Armatura (A) è di -4 o meno. Il Valore (V) di un guerriero comunque, non può mai scendere al di sotto dello zero. Un Valore (V) modificato che risulterebbe meno di zero, si considera come fosse zero.

 

6)   Risolvere il combattimento: una volta tenuto conto di tutti i modificatori, si confrontano definitivamente i valori di combattimento dei guerrieri e si determina se uno dei due guerrieri o entrambi sono rimasti feriti. Se il valore di attacco modificato di un guerriero è maggiore o uguale al valore di Armatura (A) dell’avversario, l’avversario risulta ferito. Se il valore di attacco modificato è invece minore del valore di Armatura (A), l’avversario resiste all’attacco e non riceve nessun tipo di danno. Un guerriero può essere ferito da un attacco oppure no. Non ci sono mezze lunghezze e non si “accumula” il danno nei vari combattimenti.

 

7)   Determinare lo stato dei guerrieri coinvolti: i guerrieri feriti nello scontro sono ruotati di 90 gradi in orizzontale, per indicare appunto che sono stati feriti. Un guerriero che riceve una ferita non viene alterato da essa.  I suoi valori di combattimento non vengono influenzati negativamente, e neppure le abilità stesse del guerriero o gli equipaggiamenti che usa. Un guerriero ferito attacca e si difende normalmente, come un guerriero illeso. Tuttavia, se un guerriero ferito riceve un’ulteriore ferita, esso è ucciso.

 

8)   Guadagnare eventuali Punti: se un guerriero uccide un avversario, il giocatore che controlla quel guerriero guadagna un numero di punti pari al Valore (V) modificato del guerriero avversario ucciso (anche se il guerriero di quel giocatore viene ucciso a sua volta). Se entrambi i guerrieri sono uccisi, entrambi i giocatori guadagnano i punti. I punti possono essere presi Promozione, Destino, o una combinazione di essi.

La ricompensa per aver ucciso un proprio guerriero non è mai in Punti Promozione. Fanno eccezione le carte che consentono espressamente di guadagnare Punti Promozione uccidendo i propri Guerrieri (come Templare del Triangolo).

 

 

 

Ulteriori regole per il combattimento

- Un guerriero coinvolto in un combattimento lo porterà sempre a termine, tranne nel caso in cui vengano giocate carte che lo interrompono espressamente, o nel caso in cui uno dei guerrieri coinvolti venga scartato, eliminato o comunque tolto dal tavolo di gioco.

- Se più guerrieri partecipano in gruppo a un combattimento grazie agli effetti di una carta, tale gruppo è da considerarsi come un unico guerriero, se non specificato diversamente sulla carta. L’avversario del gruppo decide contro quale guerriero combattere, salvo diverse indicazioni.

- Nel caso si debba procedere a un conteggio di ferite, l’uccisione automatica conta come due ferite inscindibili che vengono fatte nel medesimo istante. Un guerriero che ha abilità di non poter venire attaccato a meno che non sia l’ultimo guerriero presente, perde questo vantaggio se tutti gli altri guerrieri presenti hanno la stessa abilità, sono non combattenti, non proteggono dal Sabotaggio o hanno l’abilità di non poter MAI essere attaccati. Carte che fanno riferimento al “concetto di risposta” (es. il guerriero non può rispondere) si riferiscono esclusivamente ai combattimenti NON-simultanei (es. colpire per primo VS nessuna abilità  di colpire per primo; Colpire sempre per primo VS colpire per primo).

 

 

  Fase Scartare

 

Ogni giocatore può in questa fase scartare una carta dalla sua mano e metterla nella Pila delle carte Scartate (non importa quante carte il giocatore ha in mano). Questo farà terminare il turno del giocatore. Bisogna ricordarsi che le carte scartate o eliminate di un giocatore vengono poste a faccia in giù nelle relative Pile e nessun giocatore può vedere all’interno di queste Pile. Il giocatore non deve mostrare le carte che scarta. Come per la Fase Pescare, anche la Fase Scartare è divisa in due sottofasi. La fase di “Pre-Scarto” ha luogo tra la fine della Fase Azioni e nel momento in cui si scarta effettivamente una carta. Durante questa sottofase il giocatore di turno può giocare carte Speciali “GIOCABILI DURANTE IL TUO TURNO” e tutti gli altri giocatori possono giocare carte Speciali “GIOCABILI IN OGNI MOMENTO”. Una volta che tutti i giocatori hanno avuto la possibilità di giocare le loro carte durante la fase di “Pre-Scarto”, il giocatore di turno può scartare una carta o dichiarare che non scarterà nessuna carta. Scartare una carta è considerato un evento “istantaneo” e non si può giocare nessuna carta mentre un giocatore sta scartando. Non appena il giocatore ha scartato, il suo turno finisce e inizia così la Fase Pescare del prossimo giocatore.

 

 

9 - ALTRE REGOLE PARTICOLARI

 

Proprietà delle carte


In Doomtrooper esiste:


1- La Proprietà che è di colui che realmente possiede la carta (è nella sua Collezione); egli è chiamato il "Proprietario".


2- Il Controllo che è di colui che controlla la carta durante lo svolgimento della partita; egli è chiamato il "Controllore". Le carte assegnate a se stessi, ad una propria area, ad un proprio possedimento o ad un proprio guerriero sono quelle su cui si ha il Controllo.

Le carte in gioco di cui TU ne sei il Controllore sono definite come "TUE". Pertanto le parole "TUOI" "TUE" e "TU" si riferiscono al Controllore, non al Proprietario. Le carte assegnate alla partita invece non sono Controllate da nessun giocatore. Le carte che non hanno più un Controllore diretto, s'intendono di proprietà dell'ultimo giocatore che ne ha avuto il Controllo.
Le carte delle quali si è acquisito il Controllo ma delle quali non si ha la Proprietà devono ritornare al Proprietario quando escono dal gioco. Per uscire dal gioco una carta deve essere scartata o eliminata o tornare in mano o subire un effetto che la metta espressamente fuori dal gioco. In questi casi la carta in questione torna al Proprietario nel Mazzo delle Scartate o nel Mazzo delle Eliminate. Le carte che si possono assegnare a giocatori/guerrieri/aree AVVERSARI e che riportano ESPLICITAMENTE nel loro testo che è chi le ha assegnate all'avversario a poter fare qualcosa (spendere azioni, guadagnare pp o pd, mettere segnalini eccetera) e non chi le ha ricevute, rappresentano un'eccezione e continuano a essere Controllate da chi le ha assegnate (giocate).

 

Azioni di gioco ed alternanza


Azione di gioco: si definisce "Azione di gioco" lo spendere un'Azione per compiere qualcosa, l'utilizzare in ogni momento oppure con una o più azioni un determinato effetto/carta giocata, oppure anche reagire all'Azione di gioco di un altro giocatore.
I giocatori si alternano nel compiere le Azioni di gioco. Ogni giocatore a turno può decidere di compiere un'Azione di gioco, indipendentemente dal costo che possiede l'Azione di gioco stessa che si vuole compiere (deve comunque essere rispettato il costo espresso).

 

Confronto tra regole e carte con testi conflittuali.


- in generale una carta supera una regola
- una carta non supera il divieto o l'obbligo imposto da un'altra carta, a meno che non lo dica espressamente o usi SEMPRE o MAI.
- una carta o regola col MAI può essere superata soltanto da carte che citano il MAI.
- una carta o regola col SEMPRE può essere superata soltanto da carte con il MAI o che citano il SEMPRE

 

La parola “Tutti”

 

Quando nel testo di una carta è presente la dicitura “tutti” (tutti i guerrieri, tutte le fortificazioni, etc.) si intendono tutti quelli in gioco, anche di proprietà dell’avversario, a meno che non sia diversamente indicato sulla carta (per esempio “tutti i Tuoi...”).

 

“Tuo” contro “Qualsiasi” (“Your” vs “Any”)


Molte carte sono giocate sopra o assegnate ad altre carte. A volte su cosa sono giocate è molto specifico, come “assegnabile al guerriero dell'avversario„. Altre volte può essere più generico. Due parole che sono usate spesso sono “TUO„ e “QUALSIASI„. “TUO„ è abbastanza evidente. Se una carta può essere giocata “sul TUO guerriero„ allora può essere giocata soltanto su una carta guerriero nella TUA Squadra o Schieramento. Alcune carte invece usano le parole "OGNI/QUALSIASI/QUALUNQUE..." traduzione del termine inglese "ANY", senza specificare la parola "TUO, PROPRIO..." Quando una carta può essere giocata sopra o essere assegnata a "OGNI/QUALSIASI/QUALUNQUE…" senza specificare "TUO/PROPRIO..." di una determinata cosa, questo significa ad una qualsiasi di quella cosa nel gioco. Così se una carta dichiara che potete "assegnare a QUALSIASI guerriero" allora si può assegnare quella carta a qualunque guerriero nel gioco. si può assegnarla al vostro guerriero o persino al guerriero dell'avversario.

 

Aumento del costo di Attacco:

 

Se sono presenti più carte/effetti che aumentano il costo per Attaccare, ed essi non sono cumulativi, si applica il solo costo capace di soddisfare i requisiti di tutte le carte/effetti che influenzano il Guerriero (ad esempio un Guerriero colpito da Morte Fulminea che attacca un difensore con assegnato un Predatore deve spendere 3 Azioni per attaccare). Questi effetti si applicano anche ai Guerrieri che attaccano senza spendere Azioni di Attacco o che attaccano più volte (es Pistolero Solitario, Grinder-Membro della Squadra dell'Isola).

 

Impossibilità dei loop

 

Non è mai possibile giocare una combinazione di carte o effetti che produca una ripetizione ciclica infinita (loop) di una qualsiasi fase o azione di gioco, nello stesso turno di un giocatore, senza che l’avversario possa intervenire. Eventualmente, gli arbitri del torneo hanno la facoltà di intervenire limitando il numero di cicli dipendentemente dalle circostanze e a loro assoluta discrezione.

 

Negare una carta

 

In Doomtrooper quando un giocatore gioca una carta deve poi dare il tempo all'avversario di "far passare" la carta o di contrastare/negare la stessa. Contrastare/Negare significa che l'avversario ha il diritto di giocare carte in "relazione" alla carta giocata, influenzandola direttamente ( come Trappola, Oro degli sciocchi, Comunicazione Errata etc.. ). Se il giocatore avversario non ha queste carte o effetti da giocare/attivare la carta si considera "passata" e ha effetto. Allora chi ha giocato la carta può giocare subito una carta che influenza la precedente ( come Nato Fortunato, Incantesimo Preferito, Passa la Mano etc.. ) ma non carte che negano la carta stessa, annullandone l'effetto (es. Comunicazione Errata, Interferenza). Ogni qualvolta si gioca una carta che preveda la spesa di più Azioni/punti per ottenere effetti aggiuntivi, prima si dichiara quanto si vuole spendere su quell'effetto. Dopodiché l'avversario può decidere se negare o meno la carta, facendo perdere tutte le Azioni e/o i punti spesi. Se la carta ha effetto su diversi target, basta che uno solo dei target possa negare l'effetto per sé per annullare completamente l'effetto della carta giocata.

 

Scartare più carte

 

Quando una carta consente di scartare più carte, il giocatore che ne utilizza gli effetti può decidere l'ordine in cui scartarle.

 

 

Cumulabilità delle Speciali:


A uno stesso target (Guerriero, Giocatore, Area ecc...) è possibile assegnare più copie di una carta Speciale solo se gli effetti di tale carta sono cumulativi. Se gli effetti non sono cumulativi o non è specificato, copie successive della carta non possono essere assegnate al medesimo target. È possibile cumulare gli effetti di carte Speciali che modificano i valori di combattimento anche se sono identiche.

 

Valori Base

 

Le carte che moltiplicano o dividono il V si riferiscono sempre al V base, ove non sia diversamente specificato, e il V base di un guerriero non può essere moltiplicato e/o diviso più di una volta fintanto che perdura l'effetto della prima moltiplicazione e/o divisione.

 

Il Primo Turno

 

Se durante il primo turno un giocatore rimane con meno di sette carte in mano, può pescare durante la propria fase Pescare. Ovviamente, questo può succedere solo al giocatore secondo di mano. Nella propria fase Pescare del primo turno di gioco è possibile pescare solo fino a sette carte. Tutti i vantaggi e le limitazioni che si producono prima o durante la fase Pescare iniziano ad avere effetto a partire dal secondo turno di gioco.

 

Nessun Guerriero in Gioco e Pila delle carte da Pescare esaurita

 

Se all’inizio di un Turno un giocatore ha la Pila delle carte da Pescare vuota (ha esaurito le carte da pescare) e se non ha guerrieri in gioco che possano partecipare al combattimento (per esempio, il giocatore non ha guerrieri in gioco o ha solo dei NON-COMBATTENTI), quel giocatore ha a disposizione tre interi Turni per introdurre in gioco un guerriero combattente oppure perde la partita. In altre parole, il giocatore ha l’intero Turno in cui sta giocando più altri due per mettere un guerriero in gioco. Se si introduce un guerriero che possa partecipare al combattimento in un qualsiasi momento durante questi tre Turni, allora può continuare a giocare. Un punto importante da precisare è che ogni guerriero in grado di partecipare al combattimento soddisfa queste condizioni. Anche se i guerrieri di un giocatore non possono attaccare guerrieri avversari (per una serie di restrizioni o possibilità sotto elencate), essi sono ancora in grado di partecipare al combattimento (essi possono attaccare ed essere attaccati in qualche modo).

 

 

Riduzione del costo in punti D

 

Quando una carta riduce il costo in punti D o aumenta l'effetto dei punti D spesi di carte giocate o effetti attivati, bisogna sempre prima decidere quanto spendere secondo il costo base e poi applicare sul totale ottenuto la riduzione sul costo o l'aumento dell'effetto.

 

Rimescolare le pile

 

È possibile rimescolare carte contenute in una Pila quando questa è ridotta a zero o ad una carta, se si ottengono altri effetti rilevanti con carte giocate oltre questo. Si può unire o scambiare una Pila di carte vuota con una non vuota e viceversa (non si può invece unire o scambiare due Pile di carte vuote). Non è possibile eliminare o scartare una quantità di una Pila di carte, quando questa è zero. Carte che fanno riferimento ad una/un Pila/Mazzo di carte fanno sempre riferimento alla sua quantità.

 

 

Carte che aggiungono/cancellano abilità

 

Carte che aggiungono o cancellano TUTTE le abilità di un guerriero, aggiungono o cancellano tutto il testo (eccetto Personalità, Veicolo e Animale).

 

 

Carte introdotte in gioco

 

Le carte introdotte in gioco sono quelle che rimangono sul tavolo, non quelle che si scartano dopo l’uso.

 

 

I poteri magici dell’Arte

 

Ogni guerriero della Fratellanza è capace di manipolare le magiche forze dell’Arte che ha appreso. L’Arte si suddivide in varie Discipline o Aspetti, ognuno dei quali richiede particolari studi e determinate capacità di manipolazioni magiche. I vari aspetti sono: Arte del Cambiamento, Arte degli Elementi, Arte dell’Esorcismo, Arte della Cinetica, Arte della Manipolazione, Arte Mentale, Arte della Premonizione e Arte d’Evocazione. I guerrieri della Fratellanza possono usare almeno una di queste Discipline (se non diversamente indicato), mentre alcuni maestri possono utilizzarle tutte. Ogni guerriero della Fratellanza ha indicato sul proprio testo quali Arti può lanciare. Notare che un maestro deve essere in un’Area di Combattimento del proprio giocatore per poter lanciare un Incantesimo dell’Arte. Molti Incantesimi hanno un costo in Punti Destino. Più Punti Destino si spendono nell’incantesimo, maggiore potenza avranno gli effetti dell’incantesimo stesso. A meno che sulla carta venga indicato un limite, ogni giocatore può spendere quanti Punti Destino desidera utilizzare. Se si lancia un incantesimo durante un combattimento, il giocatore può continuare a spendere Punti Destino per l’incantesimo durante la fase di modifica dei valori e aumentarne così l’efficacia. Incantesimi specificamente definiti come INCANTESIMI DI COMBATTIMENTO o INCANTESIMI PERSONALI DI COMBATTIMENTO, possono essere lanciati solo durante un combattimento. Gli INCANTESIMI DI COMBATTIMENTO possono essere lanciati su qualsiasi guerriero combattente e il Maestro che ha lanciato l’Arte non deve essere necessariamente coinvolto direttamente in quel combattimento. Gli INCANTESIMI PERSONALI DI COMBATTIMENTO possono essere lanciati solo se il Maestro è direttamente coinvolto in un combattimento, sia come Attaccante che come Difensore o come rinforzo. Nel caso in cui questi ultimi si possano considerare come Incantesimi di Combattimento, la restrizione relativa all'uso esclusivo del "Maestro" coinvolto in combattimento, citata nel testo, non viene considerata. Gli incantesimi dell’Arte possono essere lanciati da un guerriero in Copertura. Generalmente ogni incantesimo ha un effetto immediato va scartato (o eliminato a seconda di cosa viene indicato) una volta terminato l’effetto.

Le carte Arte normalmente non possono essere giocate a favore dei guerrieri dell’Oscura Legione e viceversa. Un giocatore, per esempio, non può lanciare un incantesimo dell’arte con un proprio maestro a favore di un proprio guerriero dell’Oscura Legione, ma solo a beneficio di un altro Doomtrooper.  Il dovere della Fratellanza è quello di combattere le Armate Oscure i cinque Apostoli, non di aiutarli nel loro intento di distruggere l’Umanità. Tuttavia è possibile che un Maestro venga “corrotto” e si converti anche all’Oscura Simmetria, in alcuni casi venendo considerato sia un guerriero della Fratellanza che un Eretico dell’Oscura Legione. In questo caso può lanciare incantesimi su tutti i guerrieri. Se invece viene convertito completamente all’Oscura Simmetria e rinnega la sua affiliazione alla Fratellanza, allora quel maestro potrà lanciare incantesimi dell’Arte solo a favore dell’Oscura Legione. Inoltre qualsiasi guerriero in grado di lanciare incantesimi dell’Arte può lanciarli a beneficio o a svantaggio dei guerrieri affiliati alle Tribù.

 

 

Profezie e Rituali


Le Profezie e i Rituali sono "lanciati" quando essi attivano un effetto nel momento stesso in cui entrano in gioco (e non sono negati). Le Profezie e i Rituali vengono "attivati" quando sono già in gioco e successivamente attivano un effetto.
Le carte che riducono il costo solo per il "lancio" di un rituale non lo riducono anche per l' "attivazione" se quest'ultima non è specificata.

 

Tempismo

 

Il concetto di “tempismo” non è nuovo ai giocatori di giochi di carte e per alcuni giochi è addirittura un tema basilare. Non è così per Doomtrooper! In Doomtrooper ogni cosa avviene immediatamente e non può venire “interrotta”, a meno che quell’interruzione non influenzi direttamente la cosa che sta accadendo. Alcuni giochi usano un sistema di “Interruzioni” per fermare il gioco per far accadere qualcosa. Spesso questo è in risposta a un evento, dove l’altro giocatore ferma lo svolgimento della partita cercando di impossibilitare all’avversario di fare quello che stava facendo. In effetti questo è come giocare al contrario. In Doomtrooper la frase “Aspetta! Prima che succeda questo io faccio quest’altro...” non esiste. Una volta che un giocatore ha annunciato cosa sta facendo, quella cosa accade! Il solo modo che l’avversario ha per fermare gli eventi è di giocare una qualsiasi carta in grado di influenzare direttamente quello che sta accadendo. Le cose accadono nel momento in cui sono giocate e il solo modo di bloccarle è di colpire direttamente le carte giocate influenzando il gioco. Non si gioca al contrario! Ogni volta che un giocatore “fa qualcosa”, sia che svolga un’Azione o introduca una carta, l’avversario ha sempre la possibilità di cambiare o cancellare cosa sta accadendo. Giocare una seconda carta “prima che qualcuno abbia la possibilità di rispondere alla prima carta” in Doomtrooper è impossibile. E’ importante seguire i Turni quando si giocano carte Speciali. Il giocatore che sta giocando il suo Turno ha l’opportunità di giocare per primo, così come il giocatore attaccante ha sempre l’opportunità di modificare per primo il combattimento. L’unica eccezione a questo è che tutto nel combattimento ha luogo in modo praticamente simultaneo. Questo significa che gli effetti che si verificano durante la fase Modifica del Combattimento, possono venire contrastati più tardi durante la stessa fase e non devono necessariamente venire “immediatamente” influenzati. Generalmente le ultime carte giocate hanno la precedenza su quelle giocate per prime. È importante seguire i turni quando si giocano i modificatori di combattimento. L’attaccante può sempre modificarli per primo, poi il difensore, poi gli altri giocatori e successivamente ancora l’attaccante, etc. Seguendo queste semplici regole non ci dovrebbero essere grandi difficoltà nello svolgersi delle partite.

 

 

Warzone

  1. Il giocatore che si Difende annuncia se il suo guerriero si Difenderà in una Warzone dopo che viene annunciata la Tattica di Combattimento (guarda LA MADRE DI TUTTI I COMBATTIMENTI, sotto).

  2. Solo il Difensore guadagna le modifiche di C, S, A e V elencate sulla carta della Warzone. Tutti i combattenti sono soggetti a ciò che dice il testo della carta.

  3. Nelle partite dei tornei ufficiali, tutti i giocatori cominciano a giocare essendo già GRANDI STRATEGHI. In altre parole, non hai bisogno di giocare questa carta per giocare le Warzone (vedi REGOLE OPZIONALI, sotto).

 

Guerrieri Imprigionati

Alcune carte ti permettono di IMPRIGIONARE guerrieri dell'altro giocatore. Quando un guerriero è IMPRIGIONATO, è considerato "fuori dal gioco", ma è sempre sul tavolo. Il prigioniero non può attaccare, essere attaccato, eseguire azioni o ricevere effetti di carte. Sta semplicemente lì, incapace di fare niente. Inoltre non conta come se fosse "nella" Squadra/Schieramento, quindi non può impedire che il giocatore venga attaccato dai guerrieri. Per esempio, supponiamo che tu attacchi un mio guerriero Bauhaus, e io al mio turno IMPRIGIONO questo guerriero con il mio POLIZIOTTO BAUHAUS. Io prendo il tuo guerriero IMPRIGIONATO e lo metto sotto il mio POLIZIOTTO, che tiene la carta prigioniera. Il guerriero sta semplicemente li, effettivamente fuori dal gioco, fino a che non ritorna nella tua Squadra/Schieramento (solitamente tramite alcune carte o, in questo caso, uccidendo il mio POLIZIOTTO BAUHAUS).

I Difensori di una Battaglia possono essere normalmente IMPRIGIONATI anche se questo li porta a staccarsi dalla carta Battaglia stessa. Qualora un Guerriero Imprigionato venga liberato, esso non torna comunque più a far parte della Battaglia, a meno che altre carte glielo consentano.

 

Sergenti

1. Solo guerrieri con il valore BASE PIÙ BASSO del valore BASE del Sergente possono essere assegnati al Sergente. Questo significa che gli unici numeri che confronti sono i Valori stampati sulle carte dei guerrieri. NON includete le modifiche di V nel conteggio, anche se il V modificato e uguale o maggiore di quello del suo Sergente. La ragione è che il valore non equivale al "grado", e una misura del merito di ognuno in battaglia. Come tutti sanno, il più basso soldato semplice può essere più meritevole di qualsiasi alto graduato nel mezzo della battaglia! Questo ci porta ad alcune risposte:

   * Un Sergente non può essere assegnato a un altro Sergente.

   * Un piccolo SEA LION con una tonnellata di incrementi V può essere assegnato a un Sergente.

   * Non ti devi preoccupare se alcuni guerrieri hanno maggiore o minore V modificato di altri.

2. Un gruppo di carte-guerrieri (per esempio, i SEA LIONS, i MEMBRI DEL CLAN) FREE MARINES, gli INQUISORI BAUHAUS, ecc.) possono avere assegnato un solo Sergente.

3. Se il Sergente di un gruppo viene ucciso, il gruppo può avere assegnato un'altro Sergente.

4. Se l'ultimo dei guerrieri del gruppo assegnato e ucciso, il Sergente può essere riassegnato a un altro gruppo di guerrieri.

5. Una volta che un Sergente è assegnato a un gruppo di guerrieri, l'assegnamento resta permanente fino a che l'ultimo membro del gruppo e il Sergente sono in gioco.

6. NON devi assegnare un Sergente ad un gruppo di guerrieri quando entra in gioco, Puoi assegnare il Sergente in qualsiasi momento (anche durante il combattimento) una volta assegnato, il Sergente è legato a quel gruppo, e loro sono legati a lui!

7. Se il Sergente perde la propria affiliazione corporativa, l'assegnamento è rotto. Inoltre, se l'ultimo dei guerrieri assegnati perde la propria affiliazione, l'assegnamento è rotto. Ricorda che a volte quando un guerriero di una corporazione è convertito in un eretico, mantiene ancora la propria affiliazione corporativa (diventa una spia!).

 

 

10 - DEFINIZIONI

 

Certe carte contengono delle definizioni all’inizio del loro testo. Queste definizioni di solito sono scritte in maiuscolo e forniscono alla carta un’identità o una capacità particolare. Alcune carte semplicemente conterranno il termine in maiuscolo, altre riporteranno “CONSIDERATO UN [TERMINE]” su di esse. Diverse di queste definizioni sono specificate in questo regolamento. Altre si trovano solo sul testo delle carte e le carte stesse spiegano i relativi effetti e le interazioni sul gioco

Una cosa fondamentale da ricordare è che il titolo di ogni carta, è anch’esso una definizione nel gioco. Per esempio, la carta guerriero intitolata Fanteria viene definita Fanteria perché il titolo fa assumere alla carta anche quella definizione. Inoltre quando un guerriero è considerato un tipo di guerriero, esso lo è solo nominalmente. Le abilità speciali e il resto del testo della carta indicata dalla definizione non sono trasferiti. Per esempio, Mitch Hunter è definito come Fanteria (è considerato Fanteria). Ciò significa che Mitch è influenzato dalle carte che influenzano la Fanteria, ma non vuol dire che Mitch Hunter guadagna le abilità del testo descritte nella carta Fanteria. Queste abilità e il testo non vengono “magicamente” trasferiti alle altre carte considerate tali! In altre parole, una carta ha solo le abilità e il testo scritti su di essa (se non diversamente indicato), più eventuali altre abilità specificatamente fornite da altre carte.Diverse definizioni sono state descritte precedentemente (come VEICOLO e ARMA DA FUOCO). Qui di seguito sono indicate altre definizioni comuni, descrivendo i loro effetti nel gioco.

 

Armatura

Ne fanno parte anche questi equipaggiamenti: ARMATURA DA COMBATTIMENTO, ARMATURA COMPOSITA e ARMATURA BENEDETTA. Non è possibile assegnare più di un’Armatura allo stesso guerriero.

Armi Speciali

Ne fanno parte anche i seguenti equipaggiamenti: mine antiuomo, granata batteriologica, granata paralizzante, granata antiuomo, Granata a frammentazione, Bomba a tempo.

Assassino

Le carte guerriero definite come ASSASSINO possono attaccare qualsiasi guerriero in gioco senza tenere conto di restrizioni di legame. Gli altri guerrieri invece devono ancora tener conto di eventuali restrizioni contro di essi. Guerrieri MORTIFICATOR (o considerati tali) e NINJA/SHADOW WALKER (o considerati tali) sono ASSASSINI. Guerrieri che possono attaccare qualsiasi guerriero in gioco sono considerati ASSASSINI.

Cattedrale


Tutte le fortificazioni con Icona di Legame Fratellanza che presentano nel loro titolo la parola "Cattedrale" sono considerate CATTEDRALE.

 

Cittadella


Tutte le fortificazioni con Icona di Legame Oscura Legione che presentano nel loro titolo la parola "Cittadella" sono considerate CITTADELLA.

 

Colpire (sempre) per primi

 

Alcuni guerrieri hanno l’abilità speciale di risolvere per primi il combattimento, essendo indicato sul proprio testo che “colpiscono (sempre) per primi nei combattimenti”. I guerrieri che hanno questa abilità attaccano (sempre) per primi il loro avversario in combattimento (anche nel caso in cui siano Difensori). Solo se il guerriero avversario sopravvive può rispondere al colpo in combattimento (p.e. se viene ucciso non può colpire a sua volta in combattimento, ma lo potrà fare se non viene colpito o se viene soltanto ferito, quindi se sopravvive al colpo ricevuto). Alcuni guerrieri che colpiscono (sempre) per primi possono avere specificatamente indicato che il combattimento termina automaticamente, se colpiscono con successo l’avversario. In questo caso, l’avversario non può rispondere in combattimento anche se sopravvive al colpo ricevuto.

Se due guerrieri con la stessa abilità di attaccare per primi si scontrano, le loro abilità si negano a vicenda e il combattimento si svolge normalmente in modo simultaneo. L’Abilità di Colpire SEMPRE per primi è superiore a quella di Colpire per Primi e pertanto annulla quest’ultima. L’Abilità di non poter MAI essere colpiti per primi è ancora superiore.

Nota, comunque, che alcuni guerrieri sono in grado di attaccare per primi anche se il loro avversario ha la stessa abilità o comunque superiore, negandogliela. Questo viene specificato chiaramente sul testo della carta del guerriero o della carta associata che aggiunge tale abilità.

 

Ferita autoinflitta

 

Ferita inflitta al Guerriero dipendente e generata come effetto di un’abilità propria del Guerriero stesso. Le Ferite autoinflitte non possono essere evitate nè curate in alcun modo.

 

Immunità

 

Molti guerrieri hanno indicato che hanno l’IMMUNITÀ all’Oscura Simmetria e/o all’Arte (o ai Poteri Ki). Ciò significa che questi tipi di carte non hanno alcun effetto su questi guerrieri. Ci sono vari tipi di immunità e tutte funzionano essenzialmente allo stesso modo:

 

- IMMUNITÀ ALL’ARTE: il guerriero è immune agli effetti degli incantesimi dell’Arte.

- IMMUNITÀ ALL’OSCURA SIMMETRIA: il guerriero è immune agli effetti dei DONI (MINORI) DELL’OSCURA SIMMETRIA, inclusi i DONI (MINORI) DEGLI ERETICI. Esso non è però immune dagli effetti dei DONI (MAGGIORI) DEGLI APOSTOLI. Tale guerriero può riportare anche scritto “IMMUNE AI DONI DELL’OSCURA SIMMETRIA”.

- IMMUNITÀ COMPLETA ALL’OSCURA SIMMETRIA: il guerriero è immune agli effetti di tutte le carte dell’Oscura Simmetria, inclusi i DONI MINORI, i DONI MINORI DEGLI ERETICI e i DONI MAGGIORI DEGLI APOSTOLI. Tale guerriero può riportare anche scritto “IMMUNE ALLE CARTE DELL’OSCURA SIMMETRIA”.

- IMMUNITÀ AI POTERI KI: il guerriero è immune agli effetti delle carte Poteri Ki.

 

 

Un guerriero che è immune a qualcosa non ne è influenzato in alcun modo se essa interagisce direttamente con il guerriero. Nessun incantesimo dell’Arte può essere lanciato durante un combattimento se l’avversario è immune all’Arte e nessuna abilità dell’Oscura Simmetria può essere usata se l’avversario è completamente immune alle carte dell’Oscura Simmetria (ma se un guerriero ha solo l’IMMUNITÀ MINORE ALL’OSCURA SIMMETRIA  può ancora essere influenzato dai DONI MAGGIORI). Nessun incantesimo o abilità speciale potrà essere usata direttamente verso un guerriero che ne è immune.

 

Importante: l’immunità nega tutti gli effetti durante il combattimento. Praticamente, se durante un combattimento almeno uno dei combattenti è immune a un potere mistico, tutti gli effetti in quel momento in gioco che potenzialmente influenzerebbero il combattimento vengono negati e da attivi diventano inattivi. Questo solitamente si applica solo con gli incantesimi “difensivi”. Per esempio, supponendo che un giocatore lanci Migliorare Se Stesso (un’Arte Mentale) su un suo guerriero della Fratellanza per attaccare Alakhai Il Furbo (un guerriero dell’Oscura Legione immune all’Arte) di un avversario. Il guerriero dell’Oscura Legione negherà l’incantesimo appena lanciato e in questo combattimento non ne verrà applicato l’effetto.

 

Altra cosa importante: i guerrieri che sono immuni a queste carte possono ancora riceverle e usarle, anche se non ne sono influenzati. Così un guerriero immune all’Arte può lanciare un incantesimo dell’Arte se ne ha la capacità. Un guerriero che ha IMMUNITÀ COMPLETA ALL’OSCURA SIMMETRIA (o che è immune alle carte dell’Oscura Simmetria) può ricevere normalmente Doni (anche questi influenzerebbero direttamente il guerriero, ma in questo caso non ne sarà influenzato). Stessa cosa vale anche per i Poteri Ki. Allo stesso modo, se un giocatore è immune, le sue carte in mano, in gioco a lui assegnate, il suo mazzo da Pescare e i suoi scarti non possono mai essere influenzati dalle carte a cui è immune, anche se a giocarle è lui stesso.

 

 

Mercenario (Freelancer)

 

Le carte guerriero definite come MERCENARI (o FREELANCER) sono considerati Doomtrooper (a meno che non venga specificato diversamente sulla carta). Essi possono attaccare ed essere attaccati da qualsiasi guerriero (anche dalla Fratellanza) e possono solamente guadagnare Punti Destino (quindi non possono guadagnare Punti Promozione). Se un Mercenario acquisisce una specifica affiliazione (attraverso carte giocate) esso non sarà più considerato un MERCENARIO, e tale definizione non verrà più considerata. Tale guerriero potrà guadagnare Punti Promozione mentre detiene almeno un’affiliazione. In ogni caso, esso deve seguire tutte le restrizioni di attacco che le affiliazioni comportano. Infatti un Mercenario a cui è stata data un’affiliazione Imperiale non può attaccare ed essere attaccato da altri guerrieri Imperiali o della Fratellanza. Se il guerriero perde le affiliazioni ricevute, esso torna ad essere considerato un MERCENARIO e si tiene nuovamente conto di quanto detto precedentemente.

 

Personalità

 

Alcuni guerrieri sono indicati come delle PERSONALITÀ. Solo una copia identica alla volta della stessa PERSONALITÀ può stare in gioco. Per esempio, se uno Sean Gallagher di qualsiasi giocatore è in gioco, nessuna altra carta Sean Gallagher può stare in gioco contemporaneamente. Se una Personalità viene uccisa o scartata, essa potrà tornare in gioco successivamente (essendo grandi eroi, le Personalità hanno modo di tornare in gioco più volte).

 

 

Non-combattente

 

Non può essere attaccato, non può attaccare (permanentemente o temporaneamente) e non può essere in combattimento. Il verificarsi di una sola di queste condizioni non è sufficiente a definire un guerriero Non-Combattente. Guerrieri che riportano il segno – su tutte e tre le caratteristiche C, S e A sono considerati Non-Combattenti. I Non-Combattenti possono ricevere carte purché possano usufruirne degli effetti e possono compiere Azioni di Attacco che non siano Attaccare o Sabotare.

 

 

Sergente

 

Le carte guerriero definite come SERGENTE possono avere generalmente assegnati altri guerrieri in gioco, tenendo conto dei seguenti punti:

 

a)    Solo propri guerrieri con un Valore (V) base inferiore al Valore (V) base di un proprio SERGENTE possono essergli assegnati. Questo significa che bisogna confrontare solo il Valore (V) segnato sulla carta dei guerrieri, senza tener conto di eventuali modificatori al Valore (V). Il motivo è che il Valore (V) non coincide al “grado”, bensì misura semplicemente la valenza del guerriero sul campo di battaglia. Bisogna solo osservare che non si può assegnare ad un proprio SERGENTE un altro proprio SERGENTE.

 

b)   Ogni propria tipologia di guerrieri (per esempio, i SEA LION, i MEMBRI DEL CLAN, i FREE MARINES, gli INCURSORI BAUHAUS, etc) può avere assegnata solo un proprio SERGENTE.

 

c)    Se tutta una propria tipologia di guerrieri cui era stata assegnata ad un proprio SERGENTE è uccisa o tolta dal gioco (se l’ultimo tipo di quel guerriero in gioco è ucciso o tolto dal gioco), il SERGENTE può ricevere un’altra propria tipologia di guerrieri. Viceversa se è ucciso o tolto dal gioco il SERGENTE, la propria tipologia di guerrieri potrà essere assegnata successivamente un altro proprio SERGENTE.

 

d)   Una tipologia di guerrieri rimarrà permanentemente assegnata al SERGENTE, mentre entrambi staranno in gioco.

 

e)   Un giocatore non è costretto ad assegnare subito una propria tipologia di guerrieri ad un proprio SERGENTE, quando questi è stato appena giocato. Si può assegnare la tipologia al SERGENTE in ogni momento (anche durante il combattimento). Una volta assegnati, il SERGENTE resta assegnato alla tipologia di guerrieri e viceversa.

 

f)     Se un SERGENTE perde la sua affiliazione corporativa, l’assegnazione è infranta. Allo stesso modo, se tutta la tipologia di guerrieri (se l’ultimo tipo di quel guerriero in gioco) perde la propria affiliazione, l’assegnazione è infranta. Tener presente che molte volte quando un guerriero corporativo diventa un eretico, lui può mantenere ancora la sua affiliazione (diventando una spia).

 

 

In ogni carta SERGENTE (dell’espansione Warzone) è specificato nel proprio testo l’effetto che forniscono agli altri guerrieri che gli vengono assegnati.

 

Shadow Walker

 

Ha lo stesso valore della definizione Ninja.

 

 

 

 

REGOLA " LA MADRE DI TUTTI I COMBATTIMENTI "

Qui abbiamo un po' di ragionamenti su ciò che può essere fatto durante la procedura di combattimento. Mentre cerchiamo di fornire tutti delle Ultime Risposte, abbiamo studiato queste tracce per il Combattimento. Incideranno abbastanza sulla "spontaneità" del combattimento, quindi consigliamo di continuare come avete sempre fatto e di usare queste tracce SOLO quando comincia a crearsi confusione. Ancora, notate che alcune di queste tracce possono essere leggermente differenti da quelle date in passata.

* Notate che il termine "contrapposizione" si riferisce a carte che ANNULLANO una carta appena giocata, non che la MODIFICANO! Carte che modificano sono giocate nella fase MODIFICARE IL COMBATTIMENTO.

* Le Reliquie vengono attivate e intervengono in combattimento come  l'Equipaggiamento, così quando queste fasi si riferiscono all'Equipaggiamento, esse si riferiscono anche alle Reliquie.

* Una volta che una CARTA DI FINE COMBATTIMENTO è giocata il combattimento termina IMMEDIATAMENTE e Si procede alla fase 37.

 

ANNUNCIARE ATTACCANTI E DIFENSORE

1.Il giocatore che attacca annuncia Attaccante e Difensore

 

ANNUNCIARE LA TATTICA DI COMBATTIMENTO

2.Il giocatore che attacca annuncia la Tattica di Combattimento.

3.Il giocatore che si difende può giocare delle carte in contrapposizione.

4.Il giocatore che attacca può giocare delle carte in contrapposizione.

5.Gli altri giocatori possono giocare delle carte in contrapposizione.

6.Continuate fino a quando tutti i giocatori passano.

 

ANNUNCIARE LA WARZONE

7.Il giocatore che si difende annuncia se il difensore si difenderà in una Warzone, e quale.

8.Il giocatore che attacca può giocare delle carte in contrapposizione.

9.Il giocatore che si difende può giocare delle carte in contrapposizione.

10.Gli altri giocatori possono giocare delle carte in contrapposizione.

11.Continuate fino a quando tutti i giocatori passano.

 

CAMBIARE I COMBATTENTI

12.Il giocatore che si difende può giocare delle carte per cambiare Attaccante e/o Difensore.

13.Il giocatore che attacca può giocare delle carte in contrapposizione.

14.Gli altri giocatori possono giocare delle carte in contrapposizione alle azioni di uno dei due giocatori.

15.Continuate fino a quando tutti i giocatori passano.

 

SE I COMBATTENTI SONO CAMBIATI, RIPETERE LE FASI 2-15.

 

DETERMINARE IL COMBATTIMENTO NON-SIMULTANEO

16.Il giocatore che attacca può giocare delle carte per alterare l'ordine in cui i guerrieri vengono colpiti.

17.Il giocatore che si difende, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

18.Il giocatore che si difende può giocare delle carte per alterare 1'ordine in cui i guerrieri vengono colpiti.

19.Il giocatore che attacca, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

 

SE IL COMBATTIMENTO NON E' SIMULTANEO, VAI AI COMBATTIMENTI NON SIMULTANEI (SOTTO).

 

BLOCCARE IL COMBATTIMENTO

20.Il giocatore che attacca può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

21.Il giocatore che si difende, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione

22.Il giocatore che si difende può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

23.Il giocatore che attacca, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

 

DETERMINARE L'USO DI EQUIPAGGIAMENTO

24.Il giocatore che attacca annuncia quale equipaggiamento IN GIOCO userà.

25.Il giocatore che si difende e gli altri possono contrapporsi continuando fino a che tutti i giocatori passano.

26.Il giocatore che si difende annuncia quale equipaggiamento IN GIOCO userà.

27.Il giocatore che attacca e gli altri possono contrapporsi continuando fino a che tutti i giocatori passano.

 

BLOCCARE IL COMBATTIMENTO

28.Il giocatore che attacca può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

29.Il giocatore che si difende, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

30.Il giocatore che si difende può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

31.Il giocatore che attacca, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

 

DETERMINARE LO STATO DI COMBATTIMENTO

32.Determinare lo stato di combattimento.

 

MODIFICARE I VALORI DI COMBATTIMENTO

33.Il giocatore che attacca gioca delle carte per modificare i valori di combattimento.

34.Il giocatore che si difende gioca delle carte per modificare i valori di combattimento.

35.Gli altri giocatori giocano delle carte per modificare i valori di combattimento.

36.Continuare fino a quando tutti i giocatori passano.

 

RISOLVERE IL COMBATTIMENTO

37.Determinate lo stato finale del combattimento basandovi sugli effetti cumulativi di tutte le carte giocate. Controllate quali carte sono state contrapposte e non curatevene.

 

IL COMBATTIMENTO E' ORA "TERMINATO". CARTE CHE SONO GIOCABILI "IMMEDIATAMENTE

DOPO IL COMBATTIMENTO" O "IMMEDIATAMENTE DOPO CHE UN GUERRIERO E' STATO

FERITO/UCCISO" POSSONO ORA ESSERE GIOCATE.

 

EVITARE FERITE

38.Il giocatore che attacca può giocare delle carte per "salvare" guerrieri feriti e/o uccisi.

39.Il giocatore che si difende può giocare delle carte in contrapposizione, poi gli altri, e così via fino a che tutti i giocatori passano.

40.Il difensore può giocare delle carte per "salvare i guerrieri feriti e/o uccisi.

41.L'attaccante può giocare delle carte in contrapposizione, poi gli altri, e così via fino a che tutti i giocatori passano.

42.Gli altri giocatori possono giocare delle carte per "salvare" guerrieri feriti e/o uccisi.

43.L'attaccante, poi il difensore possono giocare delle carte in contrapposizione, poi gli altri, e cosi via fino anche tutti i giocatori passano.

 

CAMBIARE LO STATO DEI GUERRIERI

44.I guerrieri feriti vengono girati di lato, i guerrieri uccisi vengono scartati e quelli rimossi dal gioco vengono eliminati.

 

AGGIUDICARE PUNTI

45.Vengono aggiudicati i punti guadagnati dall'attaccante.

46.Il giocatore che si difende, poi gli altri, possono contrapporsi o modificare l'aggiudicazione. Continuate fino a quando tutti i giocatori passano.

47.Vengono aggiudicati i punti guadagnati dal difensore.

48.Il giocatore che attacca, poi gli altri possono contrapporsi o modificare l'aggiudicazione. Continuare fino a quando tutti i giocatori passano.

 

SUDDIVISIONE DEL COMBATTIMENTO NON-SIMULTANEO

Se il combattimento diventa non-simultaneo, segui queste fasi (numerate seguendo le fasi che già sono considerate nella suddivisione sottostante).  Nota che i combattenti fanno ora riferimento a PRIMO GIOCATORE (quello che ha il guerriero che colpirà per primo) e SECONDO GIOCATORE (quello che ha il guerriero che colpirà successivamente), che si basano sull'ordine ben determinato dalle fasi del COMBATTIMENTO NON-SIMULTANEO.

 

BLOCCARE IL COMBATTIMENTO

20.Il Primo giocatore può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

21.Il Secondo giocatore, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione

22.Il Secondo giocatore può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

23.Il Primo giocatore, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

 

PRIMO COMBATTIMENTO

 

DETERMINARE L'USO DI EQUIPAGGIAMENTO DEL PRIMO GIOCATORE

24.Il Primo giocatore annuncia quale equipaggiamento IN GIOCO userà.

25.Il Secondo giocatore e gli altri possono contrapporsi continuando fino a che tutti i giocatori passano.

 

BLOCCARE IL COMBATTIMENTO

28.Il Primo giocatore può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

29.Il Secondo giocatore, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

30.Il Secondo giocatore può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

31.Il Primo giocatore, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

 

DETERMINARE LO STATO DEL PRIMO COMBATTIMENTO

32.Determinare lo stato di combattimento per il guerriero del Primo  giocatore contro il guerriero del Secondo giocatore.

 

MODIFICARE I VALORI DI COMBATTIMENTO

33.Il Primo giocatore gioca delle carte per modificare i valori di combattimento.

34.Il Secondo giocatore gioca delle carte per modificare i valori di combattimento.

35.Gli altri giocatori giocano delle carte per modificare i valori di combattimento.

36.Continuare fino a quando tutti i giocatori passano.

 

RISOLVERE IL PRIMO COMBATTIMENTO

37.Determinate lo stato finale per il Primo combattimento basandovi sugli  effetti cumulativi di tutte le carte giocate. Controllate quali carte sono state contrapposte e non curatevene.

 

IL PRIMO COMBATTIMENTO E' ORA "TERMINATO". CARTE CHE SONO GIOCABILI "IMMEDIATAMENTE

DOPO IL COMBATTIMENTO" O "IMMEDIATAMENTE DOPO CHE UN GUERRIERO E' STATO

FERITO/UCCISO" POSSONO ORA ESSERE GIOCATE.

 

EVITARE FERITE

38.Il Primo giocatore può giocare delle carte per "salvare" guerrieri feriti e/o uccisi.

39.Il Secondo giocatore può giocare delle carte in contrapposizione, poi gli altri, e così via fino a che tutti i giocatori passano.

42.Gli altri giocatori possono giocare delle carte per "salvare" guerrieri feriti e/o uccisi.

43.Il Primo giocatore, poi il Secondo giocatore possono giocare delle carte in contrapposizione, poi gli altri, e cosi via fino anche tutti i giocatori passano.

 

CAMBIARE LO STATO DEI GUERRIERI

44.I guerrieri feriti vengono girati di lato, i guerrieri uccisi vengono scartati e quelli rimossi dal gioco vengono eliminati.

 

AGGIUDICARE PUNTI

45.Vengono aggiudicati i punti guadagnati dal Primo giocatore.

46.Il Secondo giocatore, poi gli altri, possono contrapporsi o modificare l'aggiudicazione. Continuate fino a quando tutti i giocatori passano.

 

SE IL SECONDO GUERRIERO E' ANCORA VIVO, PROCEDERE CON IL SECONDO

COMBATTIMENTO (CONTROLLARE CHE IL PRIMO GIOCATORE SIA ANCORA IL PRIMO NEI

VARI CASI)

 

SECONDO COMBATTIMENTO

 

DETERMINARE L'USO DI EQUIPAGGIAMENTO DEL SECONDO GIOCATORE

24.Il Secondo giocatore annuncia quale equipaggiamento IN GIOCO userà.

25.Il Primo giocatore e gli altri possono contrapporsi continuando fino a che tutti i giocatori passano.

 

BLOCCARE IL COMBATTIMENTO

28.Il Primo giocatore può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

29.Il Secondo giocatore, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

30.Il Secondo giocatore può giocare delle carte per bloccare il combattimento.

31.Il Primo giocatore, poi gli altri, possono giocare delle carte in contrapposizione.

 

DETERMINARE LO STATO DEL SECONDO COMBATTIMENTO

32.Determinare lo stato di combattimento per il guerriero del Secondo giocatore contro il guerriero del Primo giocatore.

 

MODIFICARE I VALORI DI COMBATTIMENTO

33.Il Primo giocatore gioca delle carte per modificare i valori di combattimento.

34.Il Secondo giocatore gioca delle carte per modificare i valori di combattimento.

35.Gli altri giocatori giocano delle carte per modificare i valori di combattimento.

36.Continuare fino a quando tutti i giocatori passano.

 

RISOLVERE IL SECONDO COMBATTIMENTO

37.Determinate lo stato finale per il Secondo combattimento basandovi sugli  effetti cumulativi di tutte le carte giocate. Controllate quali carte sono state contrapposte e non curatevene.

 

IL SECONDO COMBATTIMENTO E' ORA "TERMINATO". CARTE CHE SONO GIOCABILI "IMMEDIATAMENTE

DOPO IL COMBATTIMENTO" O "IMMEDIATAMENTE DOPO CHE UN GUERRIERO E' STATO

FERITO/UCCISO" POSSONO ORA ESSERE GIOCATE.

 

EVITARE FERITE

38.Il Secondo giocatore può giocare delle carte per "salvare" guerrieri feriti e/o uccisi.

39.Il Primo giocatore può giocare delle carte in contrapposizione, poi gli altri, e così via fino a che tutti i giocatori passano.

42.Gli altri giocatori possono giocare delle carte per "salvare" guerrieri feriti e/o uccisi.

43.Il Secondo giocatore, poi il Secondo giocatore possono giocare delle carte incontrapposizione, poi gli altri, e cosi via fino anche tutti i giocatori passano.

 

CAMBIARE LO STATO DEI GUERRIERI

44.I guerrieri feriti vengono girati di lato, i guerrieri uccisi vengono scartati e quelli rimossi dal gioco vengono eliminati.

 

AGGIUDICARE PUNTI

45.Vengono aggiudicati i punti guadagnati dal Secondo giocatore.

46.Il Primo giocatore, poi gli altri, possono contrapporsi o modificare l'aggiudicazione. Continuate fino a quando tutti i giocatori passano.

Qui ci sono alcune carte da considerare e durante quale fase sono giocate.

 

CARTE DA SACRIFICARE:

 

Fumogeno

CARTA CHE BLOCCA IL COMBATTIMENTO. Giocabile durante "DETERMINARE L'USO DI

EQUIPAGGIAMENTO" oppure "BLOCCARE IL COMBATTIMENTO".

 

Kit Pronto Soccorso

Giocabile durante "EVITARE FERITE".

 

Mine Anti Uomo

CARTA CHE BLOCCA IL COMBATTIMENTO. Giocabile durante "DETERMINARE L'USO DI

EQUIPAGGIAMENTO".

 

Ticker

Giocabile durante "DETERMINARE L'USO DI EQUIPAGGIAMENTO".

 

ARTI:

Pacifismo

CARTA CHE BLOCCA IL COMBATTIMENTO. Giocabile durante una fase "BLOCCARE IL

COMBATTIMENTO" o "MODIFICARE I VALORI DI COMBATTIMENTO".

 

Premonizione

Giocabile durante "CAMBIARE I COMBATTENTI". Premonizione di Attacco CARTA

CHE BLOCCA IL COMBATTIMENTO. Giocabile durante una fase "BLOCCARE IL

COMBATTIMENTO".

 

DIFESA PREMEDITATA:

 

Guardia Del Corpo

Giocabile durante "CAMBIARE I COMBATTENTI".

 

Posto di Guardia

Giocabile durante "CAMBIARE I COMBATTENTI".

 

Retroguardia

Giocabile durante "CAMBIARE I COMBATTENTI".

 

EVENTI DI COMBATTIMENTO:

 

Attacco a Sorpresa

Giocabile durante "DETERMINARE COMBATTIMENTI

 

Campo Minato

CARTA CHE BLOCCA IL COMBATTIMENTO. Giocabile nella fase "BLOCCARE IL COMBATTIMENTO".

 

Goffaggine

Giocabile durante "CAMBIARE I COMBABATTENTI".

 

Imboscata

giocabile durante "DETERMINARE COMBATTIMENTI

 

Rifugiato Tra La Folla

CARTA CHE BLOCCA IL COMBATTIMENTO. Giocabile in una fase "BLOCCARE IL COMBATTIMENTO".

 

Svolta Degli Eventi

Giocabile durante "MODIFICARE I VALORI DI COMBATTIMENTO"

 

   

 

HOME

 

www.mutantchronicles.it